Casal Monastero, minorenne rapinato, poi violentato insieme alla madre dopo serata di movida

ostia

La polizia sta indagando su una notte di movida sfrenata culminata in una serie di violenze sfrontate: madre e adolescente derubati e violentati.

Gli agenti dei commissariati Viminale e Sant’Ippolito hanno fermato due giovani di origini tunisine, entrambi indagati per rapina aggravata e violenza sessuale.

Ad allertare i soccorsi è stato un giovane romano che è stato agganciato dai due sabato notte nella zona di Centocelle. Infatti, il ragazzo stava salendo sulla sua minicar per tornare a casa nella zona di Casal Monastero, quando è stato accerchiato e rapinato.

La violenza non finisce qui, i due l’hanno costretto ad avare un rapporto sessuale, senza consenso.

Casal Monastero, le violenze sono continuate in casa

Dopodiché, sotto minaccia lo hanno costretto ad attraversare mezza città, fino ad arrivare a casa della vittima e, una volta nell’appartamento, i due avrebbero rubato dei soldi per poi costringere anche la madre ad avere un ulteriore rapporto sessuale.

La donna, dopo la fuga dei due, ha allertato il 113.

Dopo le prime dichiarazioni, gli investigatori hanno cominciato le ricerche dei sospettati e hanno intercettato i due nel centro storico.

Gli agenti continuano ad indagare per ricostruire con esattezza le dinamiche dei fatti.

Seguici anche su FB

OMICRON 2: picco di contagi in estate