Raggi, messaggi filo-Putin e propaganda russa nella chat M5s

Cronaca Roma

Raggi, messaggi filorussi in chat

Raggi, messaggi filo-Putin e contro il governo di Kiev avrebbero fatto scoppiare la polemica sull’ex sindaca di Roma Virginia Raggi.

Finora, i commenti dell’ex sindaco riguardanti il conflitto in Ucraina erano stati pochi: solo un post del 2 marzo con la bandiera della pace e le sue perplessità sugli aiuti militari dell’Italia all’Ucraina: «Non ho certezze, ma siamo sicuri che sia l’unica soluzione?».

Sembrerebbe che, l’ex sindaca, da poco eletta garante nazionale del MoVimento, abbia pubblicato ben cinque contenuti con link, video e post di Facebook che etichettano il governo ucraino come un burattino nelle mani delle potenze occidentali, mentre ci sono «battaglioni nazisti» controllati direttamente dal ministero dell’Interno di Kiev.

Sembra essere totalmente in linea con la propaganda del Cremlino, come quello in cui l’ex sindaca va a recuperare discorsi del 2014 in cui l’ex eurodeputato grillino Dario Tamburrano attacca chi in Europa e negli Stati Uniti ha fomentato rivoluzioni, favorendo così una nuova guerra fredda con un milione di rifugiati perseguitati fuggiti in Russia.

Altri messaggi condannano la smania occidentale ed europea di allargare la propria influenza verso Est anche a costo di prendere sottobraccio un’impresentabile Ucraina, un’Ue decisa a fare la guerra commerciale alla Russia anche a costo di imporle sanzioni che danneggiano le economie degli Stati membri, Italia compresa.

Non mancherebbe un video in cui viene detto: “Non si tratta di essere pro o contro la Russia, ma di essere neutrali e fare gli interessi dei cittadini Ue”. I messaggi della chat grillina sono diventati rapidamente occasione perché il leader di Azione, Carlo Calenda, tornasse alla carica per chiedere le dimissioni dell’ex sindaca dalla presidenza della Commissione romana speciale su Expo 2030.

Allo stesso modo, il deputato di Italia Viva Luciano Nobili, la descrive come il peggior sindaco della storia: No vax e filo Putin.

Seguici anche su FB

Cuginetti di 12 e 14 anni muoiono durante una diretta social