Borghesiana, stupro di una donna segregata in un B&b: a processo 2 uomini

macchina carabinieri 82

Borghesiana, stupro: sono finiti a processo i tre uomini e una donna sulla vicenda che vede una 29enne segregata e stuprata nella periferia romana della Borghesiana a ottobre 2020.

Gli uomini devono rispondere delle accuse di sequestro di persona e violenza sessuale, con l’aggravante di aver approfittato di circostanze di tempo, luogo e persona tali da ostacolare la pubblica o privata difesa, come previsto dal capo d’imputazione. L’amica della vittima è indagata per concorso morale nei fatti, per averla lasciata sola in compagnia dei suoi aggressori, come il terzo ragazzo, per averle presentato i suoi amici, che avrebbero abusato di lei.

Secondo quanto ricostruito in sede d’indagine, la sera in cui sono accaduti i fatti la ventonovenne, una sua amica con il fidanzato e due suoi amici si sono incontrati in un pub in zona Borghesiana, per trascorrere la serata in allegria. Una volta uscito dal pub, l’amica della 29enne per motivi che non sono noti, si sarebbe allontanata lasciandola da sola.

Uno dei tre ragazzi le avrebbe inoltre sottratto le chiavi della macchina, e in due l’avrebbero convinta a salire in una stanza di un Bed&Breakfast della zona. Una volta all’interno di una camera, i due ragazzi l’hanno chiusa dentro a chiave impedendole di scappare e l’hanno minacciata, arrivando a violentarla più volte.

La donna una volta libera si è poi recata in caserma e ha denunciato l’accaduto ai carabinieri della Compagnia di Frascati, che hanno mandato la segnalazione in Procura.

Seguici anche su FB

Covid, sciolto il Comitato tecnico scientifico