Speranza, quarta dose si farà e sulle mascherine al chiuso decideremo tra due settimane

Speranza
Speranza

Speranza, quarta dose: “Voglio essere chiaro: non si parla di un’ulteriore dose per tutti, ma si parla di quarta dose solo per le fasce più fragili, che sono quelle che se incontrano il virus rischiano di pagare un prezzo più alto”.

Se dunque in Italia si deciderà di estendere il vaccino anti-Covid, questa riguarderà fasce di popolazione anziana da definire in base alle indicazioni attese dall’Europa. A chiarirlo è il ministro della Salute.

“C’è una discussione in corso sulle categorie alle quali andrebbe somministrata”, e ancora: “Ci sono ipotesi diverse a cui ragionano diversi Paesi. Si deciderà, dopo aver ascoltato gli esperti e le agenzie regolatorie, la settimana prossima”.

Speranza, quarta dose e fine stato d’emergenza

Oggi si apre una fase nuova, il Paese affronta l’epidemia ancora in corso con strumenti ordinari ma non significa che la pandemia è finita. Da oggi, primo giorno dopo la fine dell’emergenza Covid-19, cambia semplicemente che la gestione della pandemia non sarà più di natura straordinaria, ma proviamo a portarla su binari di ordinarietà.

Per quanto riguarda il futuro, la lezione del Covid dovrebbe farci aprire una nuova fase, per rendere più forte la nostra sanità.

Seguici anche su FB

Sabrina Quaresima, la preside accusata: l’avvocato attacca i media