Gino Paoli si è sparato, le parole del cantautore

gino paoli
gino paoli
Ultimo aggiornamento:

Gino Paoli è sicuramente uno dei cantautori più celebri della musica leggera italiana, le sue canzoni, da  il ‘Cielo in una stanza‘ o ‘Sapore di sale’, hanno segnato un’epoca e sono famose in tutto il mondo.

Dopo tanti anni, ha deciso di riparlare di un momento difficile della sua vita: un punto di svolta. Così, ha rivelato i motivi che lo spinsero verso la scelta di spararsi. Ad oggi ritiene sia stata una follia di cui si pente amaramente.

Gino Paoli: cosa è accaduto?

Gino Paoli, tanti anni fa, quando era all’apice del successo, decise inspiegabilmente di spararsi, queste le sue parole: “Per andare a vedere cosa c’era dall’altra parte. Non ho una ragione specifica. Avevo avuto tutto dalla vita. Almeno credevo di aver avuto tutto, di aver visto tutto, di non avere ormai più niente da guardare. Quindi volevo andare a vedere dall’altra parte. È una stronzata mostruosa, quello che ho fatto quel giorno…”.

Fu sicuramente un gesto inconscio che con la maturità acquisita successivamente non avrebbe compiuto. Come racconta il celebre cantautore, dopo essersi sparato ricorda di essersi svegliato in ospedale: “Ad un certo punto ho pensato: mi sparo, vediamo. L’ho fatto. Come se mi avessero tirato un masso enorme addosso. Poi ho perso conoscenza. Mi sono svegliato in ospedale con il prete che mi dava l’estrema unzione e l’ho mandato a quel paese”.

Il successo, talvolta, può dare davvero alla testa, specialmente a chi è più giovane e non è in grado di tenere a bada le emozioni e se ne ritrova sommerso. A differenza di quel tragico giorno, Gino Paoli si mostra più che mai attaccato alla vita e riconosce come in quell’occasione si sia trattato di un gesto davvero folle.

Seguici anche su FB

Roma, vaiolo delle scimmie