ROMA Presa banda di finti poliziotti iraniani: le indagini.

ROMA Presa banda di finti poliziotti iraniani. Su di essa, composta da tre persone,  i Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina avevano iniziato a indagare nei primi mesi del 2018. E nelle scorse ore è arrivato il fermo, con l’accusa di aver compiuto rapine ai danni di turisti stranieri. A questi ultimi i tre si sarebbero qualificati come appartenenti alle forze di polizia, mostrando falsi tesserini. Un modus operandi scrupoloso quello ricostruito dai Carabinieri e dalla Procura della Repubblica di Roma: le vittime venivano infatti letteralmente perquisite e depredate di denaro e oggetti preziosi dai malviventi, che si davano poi alla fuga.

Non senza causare risvolti pericolosi: ad esempio, il tentato investimento, avvenuto lo scorso settembre in via Aurelia e in via Tiburtina, dei Carabinieri che li avevano individuati e avevano cercato di fermarli. Un incidente che aveva provocato lesioni ai militari e grossi danni alle autovetture di servizio. A ottobre, invece, dopo le ultime due rapine e lo speronamento di una gazzella che aveva provato a bloccarli, i malviventi erano scomparsi in un altro paese europeo. Il piu’ anziano dell’organizzazione, rientrato in Italia per riprendere i propri effetti personali, era stato però individuato nella zona di Villalba di Guidonia. Qui, dopo aver caricato i bagagli in un’autovettura, era passato a prendere altri due componenti della banda con cui aveva tentato di allontanarsi, ma era stato bloccato sull’autostrada, in direzione Nord.

Non paghi, anche dopo essere stati fermati, i tre hanno provato a cavarsela mostrando un falso tesserino di polizia. A loro carico ci saranno invece 7 rapine, commesse tra Roma e Firenze, e il tentato investimento di due carabinieri. Ieri mattina, l’Autorita’ Giudiziaria ha convalidato il fermo per due dei fermati, riconosciuti autori di numerosi colpi, mentre per il piu’ giovane si stanno svolgendo ulteriori accertamenti perche’ sospettato di aver preso parte ad una sola rapina, a Firenze, ad un turista. 4 persone erano inoltre già state denunciate per rapina, tentato omicidio e possesso di segni distintivi contraffatti che simulano l’appartenenza alle forze di polizia, mentre tre autovetture erano finite sotto sequestro.

LEGGI ANCHE IL SUCCESSONE PER MUSEI IN MUSICA

Ti potrebbe interessare