ROMA Guerriglia urbana a Torre Maura

ROMA Guerriglia urbana a Torre Maura per il trasferimento di 75 rom. Rivolta nella periferia Est della capitale contro l’arrivo di circa 75 rom che il Comune aveva destinato al centro ‘Savi’ in via dei Codirossoni.

Il trasferimento dei nomadi, provenienti da via G. Toraldo a Torre Nova, è iniziato verso le 15.50. Diversi residenti di Torre Maura hanno iniziato a manifestare chiedendo alla Polizia municipale di sospendere le operazioni. Prima una trentina di persone, poi con il passare del tempo circa 300, controllate dal Reparto mobile della polizia. La protesta si è fatta anche più violenta. Qualcuno ha scaraventato dei cassonetti della spazzatura in mezzo alla strada, tre dei quali dati alle fiamme spente poi dai vigili del fuoco. Verso le 20 sul posto anche un gruppo di manifestanti di CasaPound. Le contestazioni sono proseguite per tutta la serata. Incendiati una Skoda Fabia e parzialmente un camper vicino all’auto. La situazione si è tranquillizzata nella notte, quando in un vertice notturno nella sede del Municipio VI (con il capo di gabinetto della sindaca Raggi Stefano Castiglione e il presidente del Municipio Roberto Romanella) si è deciso di sospendere il trasferimento dei rom. Al momento non risultano persone fermate o identificate dalla polizia.

LASCIA UN ‘LIKE’ ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

TURISMO – BOOM DELLE CITTA’ D’ARTE: CONFERMA ROMA

DIVENTA UN NOSTRO FOLLOWER ANCHE SU TWITTER


Ti potrebbe interessare