Seguici sui Social
PUBBLICITA


Cronaca

Nike, Vans, Fila e Gucci. 255 mila paia di scarpe false scoperte a Roma

Avatar

Pubblicato

il

PUBBLICITA


Nike, Vans, Fila e Gucci. 255 mila paia di scoperte a .

Nike, Vans, Fila e Gucci. 255 mila paia di scarpe false scoperte a Roma. I Finanzieri del Comando Provinciale di Roma le hanno rinvenute in un deposito clandestino a . Le calzature sono state sequestrate dalle Fiamme Gialle, che hanno inoltre denunciato all’Autorita’ Giudiziaria due cittadini cinesi. Proprio un connazionale di questi ultimi, sospettato di essere dedito alla vendita di merce contraffatta, ha messo i militari della Compagnia di Frascati sulla pista giusta. Seguendone gli spostamenti, sono infatti arrivati al magazzino, avente una superficie di circa 1300 metri quadrati. All’interno i Finanzieri hanno rinvenuto stipati numerosi cartoni contenenti articoli importati dalla Cina sprovvisti di qualsivoglia marchio ma riproducenti fedelmente i modelli di case produttrici di alta moda. Nike, Adidas, Gucci, Fila, Timberland e Vans, queste alcune delle griffe impresse sulle scarpe, che avrebbero fruttato introiti sul mercato per oltre 6 milioni di euro. L’operazione si inserisce nell’opera condotta dalla Guardia di Finanza a contrasto alla contraffazione, fenomeno che alimenta i circuiti sommersi del lavoro nero, dell’immigrazione clandestina, dell’evasione fiscale e del riciclaggio.

INTANTO MEDICO DEL SAN FILIPPO NERI A PROCESSO

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

MAGLIANA Chiusa sala giochi: si spacciava per circolo culturale

Avatar

Pubblicato

il

Di



Nella giornata di ieri, gli agenti della Polizia di Stato dell’XI Distretto San Paolo, hanno dato esecuzione al provvedimento del Questore relativo alla cessazione immediata di un circolo privato in Via dell’Impruneta, in zona MAGLIANA. Il provvedimento si è reso necessario per due diverse motivazioni: la prima attinente alla mancanza delle autorizzazioni amministrative necessarie per poter esercitare legittimamente l’attività di somministrazione di alimenti e bevande nonché di sala giochi all’interno del locale. Infatti, durante un controllo operato di recente dal personale del medesimo Distretto, è emerso che all’interno del “circolo culturale” di fatto veniva gestito abusivamente un esercizio pubblico di somministrazione – bar e sala giochi – ossia una struttura con tutte le caratteristiche di un’attività imprenditoriale priva tuttavia delle prescritte autorizzazioni e degli strumenti necessari per gestirne legalmente la contabilità. Gli agenti della Polizia di Stato hanno accertato alcune gravi irregolarità: ingresso accessibile dalla pubblica via, nessuna insegna che indicasse la natura di circolo privato, accesso al locale consentito a chiunque ne facesse richiesta senza particolari formalità e senza operare alcun controllo sull’effettiva qualità di socio, presenza di numerosi avventori che non indossavano mascherine di protezione e non rispettavano il distanziamento tra di loro. Alcuni di questi inoltre, erano intenti a fumare e bere bevande alcoliche, malgrado i divieti imposti dalla normativa “Covid” ed alle norme sul fumo. Altra motivazione che ha determinato il provvedimento e l’immediata chiusura del circolo è stata quella delle sue cattive frequentazioni. Difatti sia nei più recenti controlli che in altre analoghe verifiche, è stata riscontrata la presenza di persone con numerosi precedenti di polizia a carico, specie per reati inerenti il patrimonio e le sostanze stupefacenti nonché per gravi delitti contro la persona.

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA