Seguici sui Social

Ultime Notizie

Botticelle, cavallo cade a Via Condotti: tragedia sfiorata

Avatar

Pubblicato

il

PUBBLICITA


cade a Via Condotti: questa mattina è stata sfiorata la tragedia a . L’animale è scivolato rimanendo a terra diversi minuti per poi fortunatamente rialzarsi.

“Tragedia sfiorata questa mattina a Roma, nella centralissima Via Condotti. Un cavallo delle botticelle è scivolato sull’asfalto ed è restato a terra alcuni minuti, prima di riuscire a rialzarsi e a dirigersi verso piazza di Spagna. L”incidente’ è stato documentato da un passante e in queste ore sta rimbalzando su Facebook dove ha scatenato l’indignazione di tantissime persone. Sul posto erano presenti anche agenti del comando I Gruppo della Polizia di Roma Capitale”, lo rende noto l’Ente nazionale protezione che da anni si batte per chiedere sicurezza per i cavalli.

Secondo quanto detto ad Enpa dal vigili, “la caduta dell’animale sarebbe stata causata da un tombino particolarmente scivoloso. Proprio quel tombino sul quale, come riferito all’associazione, in passato erano scivolati altri cavalli; insomma una vera ‘bomba ad orologeria’. A rendere ancora piu’ inquietante una vicenda di per sè sconcertante è il comportamento del vetturino. Invitato a far visitare il cavallo da un veterinario, l’uomo, come appreso da Enpa, ha diretto la botticella verso Piazza di Spagna. Come se nulla fosse accaduto. Resta il mistero sulle reali condizioni di salute dell’animale; nulla e’ dato sapere al riguardo”, prosegue Enpa.

“In campagna elettorale la Sindaca aveva promesso di salvare i cavalli dalle caotiche strade di Roma. Nei mesi e nelle settimane passate si sono seguite dichiarazioni, annunci, impegni a trasferire le botticelle nei parchi della citta’. Il risultato di tutto questo chiacchierare è che oggi un altro cavallo, di cui non conosciamo le attuali condizioni di salute, si sarebbe potuto spezzare una zampa. Con tutte le evidenti e funeste conseguenze del caso”, dichiara Enpa. “A fronte della conclamata incapacità dell’amministrazione capitolina, chiediamo alla politica nazionale di farsi carico di un’emergenza che non è solo romana e di riprendere in mano la riforma del codice della strada con la norma ‘salva-cavalli’. E’ inaccettabile e incomprensibile che una minoranza, quale sono i vetturini, tenga in scacco un intero Paese”.


Ultime Notizie

MARCONI Nascondeva 10mila euro di refurtiva in casa: arrestato 45enne filippino

Avatar

Pubblicato

il

MARCONI Nascondeva 10mila

MARCONI Nascondeva 10mila euro di refurtiva in casa, la Polizia di stato arresta 45enne per ricettazione e rifiuto di fornire le generalità

MARCONI Nascondeva 10mila euro di refurtiva in casa – Al termine di attività di indagine, gli agenti della Polizia di Stato del commissariato San Paolo, diretto da Massimiliano Maset, sono riusciti a individuare un appartamento in via Gerolamo Cardano dove era stato segnalato lo smercio di materiale di provenienza furtiva da parte di un cittadino straniero. Quando i poliziotti sono giunti nei pressi dell’edificio, hanno notato uno straniero che, a piedi, stava giungendo in direzione dell’ingresso del condominio. A destare sospetti,  il fatto che questo, continuava a voltarsi come per controllare se fosse seguito da qualcuno. Subito dopo ha aperto il cancello pedonale esterno al palazzo e, quando i poliziotti decisi a controllarlo, si sono avvicinati, lui ha cercato di scappare ma è stato bloccato.

CONTINUA

Agitato e visibilmente insofferente al controllo, il 45enne di origine filippina, alla richiesta degli operatori, rispondeva di non avere documenti con sé e di non abitare in quel palazzo. In tasca però, gli venivano trovate alcune chiavi e la somma di 1200 euro in contanti di cui non sapeva giustificare il possesso. Grazie ai due mazzi di chiavi rinvenute, i poliziotti sono riusciti ad individuare poco dopo l’appartamento dove vive lo straniero. All’interno di questo, è stata rinvenuta della merce rubata tra cui personal computer, borse, due orologi, penne, diverse paia di occhiali, tutta refurtiva di ingente valore pari a 10 mila euro circa e di cui l’uomo non sapeva fornire spiegazioni circa la provenienza. Accompagnato negli uffici di Polizia, lo straniero è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per ricettazione e rifiuto di fornire le proprie generalità.

ROMA Ladri rubano oro e preziosi dal valore di 15mila euro: la polizia li pedina e li arresta

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA