fbpx
Seguici sui Social

Cronaca

ROMA Trenta Daspo nei confronti di ultras della Lazio

Pubblicato

in

FINALE COPPA ITALIA - 13 tifosi


Emessi dal Questore di Roma trenta Daspo nei confronti di ultras della Lazio. 17 riguardano la partita Lazio-Celtic e 13 Lazio-Atalanta del 15 maggio.

Il Questore di Roma, Carmine Esposito, ha firmato trenta Daspo per altrettanti ultras della Lazio. 12 quelli emessi nei confronti di tifosi laziali del gruppo degli IRRIDUCIBILI. Tutti denunciati dalla Digos romana per i reati di violenza e minaccia a Pubblico Ufficiale in concorso, in occasione degli scontri avvenuti nel dopopartita di Lazio-Celtic, gara di Europa Leauge del 07.11.2019.

Un gruppo di tifosi scozzesi, scortati dalla Polizia di Stato, bersagliato con lancio di petardi e corpi contundenti. Nella circostanza ferito un funzionario della Digos a causa della resistenza opposta da un ultras laziale che, rovinandogli addosso, gli causava la frattura del braccio. Per questo denunciato anche per lesioni personali gravi a Pubblico ufficiale in servizio di ordine pubblico e lancio di materiale pericoloso in occasioni di manifestazioni sportive. Nei confronti delle dodici persone fermate emessi i seguenti provvedimenti.

A uno di loro, già colpito da Daspo, aggravato il provvedimento fino a 10 anni con obbligo di presentazione alla P.G.; uno per la durata di 5 anni con la presentazione alla P.G.; tre per la durata di anni 5 e sette per la durata di anni 4. In relazione alla stessa partita emessi ulteriori cinque provvedimenti nei confronti di ultras laziali denunciati dalla Digos per porto d’armi e oggetti atti a offendere. I Daspo nei confronti dei fermati in data 19.11.2019 sono due della durata di anni 5 con la prescrizione dell’obbligo di presentazione alla P.G. e tre della durata di anni 3. Ulteriori tredici provvedimenti adottati in merito agli scontri in occasione della finale di Coppa Italia Lazio-Atalanta del 15 maggio. Questi in aggiunta ai quattro già emessi nell’immediatezza dei fatti.

Il gruppo di tifosi si era reso responsabile dei reati di violenza e minaccia a Pubblico Ufficiale, radunata sediziosa, lancio di materiale pericoloso in occasione di manifestazioni sportive, divieto dell’uso di caschi protettivi o qualunque altro mezzo atto a rendere difficoltoso il riconoscimento della persona, aggravato in concorso. Per due di loro anche danneggiamento di una vettura della Polizia Locale Roma Capitale, e utilizzo di artifizio pirotecnico per incendiare la stessa. Nei confronti di questi tifosi emessi due Daspo per la durata di anni 8 con la prescrizione di presentazione alla P.G.; uno per la durata di anni 6 con obbligo di presentazione alla P.G.; uno, scadente in data 12.11.2024, aggravato per ulteriori 3 anni e obbligo di presentazione alla P.G. e nove per la durata di anni 5. Tutti i provvedimenti emessi con obbligo di firma convalidati dall’Autorità Giudiziaria.

SEGUICI SU TWITTER

Cronaca

Roma – Si cala i pantaloni e mostra le parti intime a una donna

Pubblicato

in

Il Questore di Roma


Nella giornata di domenica, mentre passeggiava nel parco, un uomo si è calato i pantaloni mostrando le parti intime a una donna

Alla Sala Operativa della Questura è giunta una segnalazione che riguardava un uomo di etnia africana che, all’interno del parco Filippo Teoli, al Casilino, stava mostrando le parti intime a una donna. Quando gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Torpignattara, diretto da Giuseppe Amoruso, sono sopraggiunti sul posto, hanno contattato la donna, una signora di 38anni, che ha indicato loro l’uomo,  ancora all’interno del parco. Quest’ultimo,  alla vista degli agenti ha cercato di nascondersi dietro un cespuglio.  La donna ha raccontato che, mentre si trovava all’interno del parco in compagnia del marito e del figlio di 5 anni, in quel momento distanti qualche metro da lei, le si è avvicinato un uomo di colore. Lo stesso, dopo esserle passato accanto, si è abbassato i pantaloni e gli slip mostrandole e toccandosi le parti intime. Spaventata, la donna è fuggita e ha chiamato il 112 NUE. Bloccato, D.I., ivoriano di 19 anni, in Italia senza fissa dimora, è stato trovato ancora con i pantaloni calati. Assicurato nell’auto di servizio, il 19enne è stato accompagnato presso gli uffici di polizia dove è stato tratto in arresto per atti osceni in luogo pubblico.

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA

Come disattivare il blocco della pubblicita per Cronache della Campania?