Derby Piano Sicurezza, le misure predisposte dalla Prefettura

Derby Piano Sicurezza, un binomio immancabile quando a Roma va in scena la partita più sentita dell’anno. Tutto deve filare liscio, senza inconvenienti: questo il diktat delle autorità. Le quali stanno lavorando a pieno regime già da qualche giorno per preparare la città nel migliore dei modi. Il primo incontro si è svolto due giorni fa, nella sede della Prefettura. Con risultati già di ottimo livello: si è registrato infatti un principio di accordo sulle misure da mettere in atto per garantire una situazione accettabile, sia dentro che fuori lo stadio.

DERBY PIANO SICUREZZA, AGENTI E SETTORI DI ACCESSO

Ci sarà il tutto esaurito domani alle 18, il sedicesimo consecutivo per l’Olimpico. Previsto dunque un ingente dispiegamento di forze dell’ordine: oltre mille gli agenti che dovranno presidiare le zone più nevralgiche e regolare l’afflusso e il deflusso degli spettatori. I quali potranno raggiungere il proprio posto attraverso tre settori di accesso: Nord, Est e Sud. Un modo per scongiurare quasi del tutto il rischio di contatti tra i tifosi. A cui si aggiungerà l’allargamento del ‘cuscinetto’ tra la Tevere giallorossa e i Distinti Nord biancocelesti.

DERBY PIANO SICUREZZA, POSSIBILI NUOVE MISURE

Sul fronte dei trasporti, verrà inoltre aumentato solo per l’occasione il numero delle corse di mezzi pubblici da e per l’Olimpico. Questo perchè raggiungerlo con quelli privati risulterà pressoché impossibile: è stato infatti disposto il divieto di sosta nei pressi dello stadio da diverse ore prima il fischio d’inizio della gara. Stasera dovrebbero inoltre essere bonificate le zone più a rischio. Altre misure o modifiche a quelle già esistenti arriveranno invece nelle prossime ore da un nuovo incontro, sempre in Prefettura.

Fabio Villani
Laureato alla Specialistica in Filologia Greca e Latina. Esordisco nel giornalismo durante un tirocinio universitario. Tra le mie passioni, calcio, cinema e musica

ULTIME NOTIZIE

LEGGI ANCHE