Seguici sui Social

Attualità

Zelensky a Sanremo, scoppia il caso. E partono le diffide

Zelensky a Sanremo, l’iniziativa di coloro che sono contrari alla partecipazione del presidente ucraino

Pubblicato

il

Zelensky a Sanremo

Zelensky a Sanremo, cresce la polemica a due settimane dal via della 73^ edizione del Festival. Il nome del presidente ucraino tra gli ospiti, seppur in un video registrato, è quello che meno è andato giù. Sono sempre più infatti che ritengono impropria la sua presenza, col rischio di trasformare il palco dell’Ariston in una tribuna politica. A dare (forte) voce a costoro nelle ultime ore è quindi intervenuta l’Associazione utenti dei servizi radiotelevisivi. Da essa è infatti partita una diffida ufficiale alla Rai affinché revochi l’ospitata.

Condividiamo l’appello lanciato quest’oggi da una lunga schiera di intellettuali“, scrive l’Associazione. La quale sottolinea come il Festival sia “trasmesso da una tv di Stato, finanziata dai cittadini che pagano il canone“. E specifica che la posizione è stata presa “indipentemente dall’aggressione subita dall’Ucraina e da chi abbia torto e ragione“. Il timore è che si dia sfogo alla “propaganda“, allo scopo di “chiedere più armi e interventi dello Stato a favore dell’uno o contro l’altro“. Il che costituirebbe una violazione degli “obblighi del servizio pubblico in merito a equilibrio, pluralismo e par condicio“.

Attualità

Insegue e accoltella un uomo sull’Aurelia dopo una lite, poi fugge: caccia ad una Panda

Pubblicato

il

Lite e Inseguimento a Roma

La lite, l’inseguimento. Poi il coltello e l’agguato: è successo nel pomeriggio di oggi, sabato 15 giugno, a Roma. Dopo essere stato colpito l’uomo è stato trasferito al Gemelli, in codice rosso.

La Dinamica dell’Evento

Prima c’è stata la lite per motivi legati alla viabilità, poi l’inseguimento sull’Aurelia. Alla fine gli hanno tagliato la strada e, dopo averli bloccati, li hanno fatti scendere. È quanto accaduto ad una coppia di coniugi che si trovava in automobile, nel quadrante di Roma nord ovest in direzione del litorale.

L’Inseguimento sulla Via Aurelia

Ad inseguirli, per almeno una decina di minuti, una Panda su cui viaggiavano tre uomini. Dopo averli bloccati sono scesi dalle auto lungo la via Aurelia, al chilometro 21.300 nei pressi dell’uscita per Fregene e Maccarese. Uno di loro ha estratto un coltellino. Poi l’accoltellamento.

Aggressione e Caccia all’Agente

Dopo la lite, iniziata per motivi legati alla viabilità, i due coniugi cinquantaduenni si sono allontanati in automobile. Dietro di loro, ad inseguirli, la Panda con tre uomini a bordo. Li hanno bloccati con l’automobile, costringendoli a scendere. Poi uno dei tre che viaggiavano a bordo della Panda si è avvicinato al marito, ha estratto un coltello e lo ha colpito.

Ferite e Condizioni della Vittima

Gli ha inferto sei coltellate in totale. Fortunatamente la lama non era molto lunga e le ferite non hanno raggiunto organi vitali. Nonostante questo, l’uomo è stato comunque trasportato d’urgenza al policlinico Agostino Gemelli, dove è stato accolto con un codice rosso.

Come Sta l’Uomo Accoltellato sulla Via Aurelia

Una volta raggiunto l’ospedale, le ferite dell’uomo sono state giudicate dai sanitari con un codice rosso, ma fortunatamente non si trova in pericolo di vita. In totale ha ricevuto sei coltellate: due alla schiena, tre al torace e l’ultima alla mano. Quella all’arto è la ferita più significativa e riguarda i legamenti: non appena arrivato al Gemelli è immediatamente stato sottoposto ad un intervento chirurgico.

Indagini e Ricerche della Polizia

Sul luogo dell’accoltellamento, sono arrivati gli agenti della polizia di Roma, quelli del commissariato Aurelio e delle volanti. Sono loro che hanno raccolto le prime testimonianze e hanno subito aperto le indagini. Spetta a loro il compito di rintracciare la Panda su cui si sono allontanati i tre, in direzione Fregene.

Fonte

Continua a leggere

Attualità

Soccorsi in codice rosso: condizioni gravi.

Pubblicato

il

Investito un 70enne su via Cassia

Un 70enne è ricoverato in ospedale in gravi condizioni dopo che un’auto lo ha investito lungo via Cassia a Roma.

L’incidente e il soccorso

È grave, soccorso in codice rosso e trasportato con l’ambulanza in ospedale, un uomo di settant’anni investito da un’auto lungo via Cassia in zona La Giustiniana a Roma. L’incidente è avvenuto nella mattinata di oggi, sabato 15 giugno, nel quadrante Nord della Capitale. Sull’incidente stanno lavorando gli agenti della polizia locale di Roma Capitale che hanno svolto i rilievi di rito per ricostruire la dinamica dell’accaduto.

Dinamica dell’incidente

Secondo le informazioni apprese al momento dell’investimento, era poco prima delle 11 e l’uomo, una persona senzatetto molto conosciuta nel quartiere, stava camminando in strada. Improvvisamente, per cause non note e ancora in corso d’accertamento, un’auto, una Renault Clio, lo ha urtato all’altezza del civico 1412. L’impatto è stato violento e l’uomo ha avuto bisogno di cure mediche urgenti. Alla guida della macchina c’era un coetaneo, che si è fermato a prestargli soccorso, in attesa dell’arrivo dei sanitari. Giunta la chiamata al Numero Unico delle Emergenze 112 con la richiesta urgente d’intervento per una persona che era stata appena investita e le cui condizioni di salute sembravano serie, sul posto è arrivato il personale sanitario in ambulanza a sirene spiegate.

Indagini in corso sulla dinamica

I sanitari hanno preso in carico il ferito e lo hanno trasportato all’ospedale Sant’Andrea. Arrivato al pronto soccorso del nosocomio romano, il paziente è stato affidato alle cure dei medici, che lo hanno sottoposto agli accertamenti necessari al caso. Attualmente non si conoscono le sue esatte condizioni di salute. Presenti sul luogo dell’incidente gli agenti della polizia locale di Roma Capitale del Gruppo XV Cassia.

Fonte

Continua a leggere

Attualità

La fuga con 45mila euro in monete e francobolli di grande valore

Pubblicato

il

Rapina all’Ufficio Postale di Via Sant’Agatone Papa

Rapina all’ufficio postale di via Sant’Agatone Papa, una traversa di via Gregorio VII, a pochi passi dal Vaticano. Due ladri hanno fatto irruzione alle Poste, uno indossava la divisa da dipendente di un noto supermercato.

Panico all’Ufficio Postale

Paura all’ufficio postale situato al civico 36 di via Sant’Agatone Papa, una traversa di via Gregorio VII, a pochi passi dal Vaticano. In due hanno fatto irruzione nell’ufficio postale. I due, per coprirsi il viso e renderlo irriconoscibile, indossavano entrambi una mascherina. Con la faccia travisata hanno fatto irruzione nell’ufficio postale questa mattina, verso le ore 8. Si sono fatti spazio spintonando un cliente anziano della posta fino a quando non hanno raggiunto la cassaforte. Ed hanno estratto le pistole.

La Rapina alle Poste: "Se non aprite la cassaforte, spariamo"

Una volta arrivati davanti alla cassaforte hanno estratto le pistole e hanno iniziato a minacciare i clienti e i dipendenti dell’ufficio postale. Secondo le testimonianze non avrebbero puntato le armi verso le persone che si trovavano nell’ufficio postale in quel momento ma hanno minacciato i presenti. "Se non collaborate, iniziamo a sparare", avrebbero detto.

Così le operatrici agli sportelli hanno aperto la cassaforte ai due malviventi e hanno consegnato loro il contenuto. All’interno della cassetta di sicurezza c’erano 45mila euro, francobolli e monete. Non si conosce il valore di questi ultimi, ma visto dove si trovavano non è così inverosimile pensare che possano essere molto preziosi.

La Fuga dei Ladri

I due una volta preso il bottino si sono dati alla fuga. Uno dei due, oltre alla mascherina utilizzata da entrambi per travisare il viso, indossava anche i guanti. Al momento del colpo, uno indossava un paio di pantaloni a stampa grigia mentre l’altro la divisa da dipendente del noto supermercato Esselunga.

Indagini della Polizia

Sul posto, non appena scattato l’allarme, sono arrivati gli agenti di polizia che hanno avviato immediatamente le indagini, ascoltando i testimoni e passando al vaglio le immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza. Sul posto, oltre a loro, per cercare di avere maggiori informazioni, anche i colleghi della Scientifica.

Fonte

Continua a leggere

Attualità

Temperature fino a 40 gradi nei prossimi giorni

Pubblicato

il

Previsioni Meteo per il Weekend a Roma

Il weekend a Roma sarà caratterizzato da temperature massime intorno ai 30 gradi. Tuttavia, a partire da martedì il termometro inizierà a salire vertiginosamente. Le previsioni indicano infatti che giovedì si raggiungeranno i 40 gradi nella Capitale.

Temperature del Weekend del 15 e 16 Giugno

Nel weekend del 15 e 16 giugno, le temperature massime saranno intorno ai 30 gradi. Tuttavia, da martedì il termometro inizierà a impennarsi. Secondo le previsioni più aggiornate, giovedì a Roma si raggiungeranno i 40 gradi. Attualmente sembra certo l’arrivo dell’anticiclone africano e della prima ondata di calore della stagione estiva 2024. Oggi, sabato 15 giugno, e domani, domenica 16 giugno, le temperature non supereranno i 30 gradi nelle ore più calde, con minime intorno ai 15 gradi e massime intorno ai 29 gradi.

Cambio di Scenario da Martedì

La situazione cambierà drasticamente a partire da martedì, con temperature che saliranno dai 34 gradi di martedì ai 36 di mercoledì, fino a raggiungere i 40 gradi giovedì. I giorni clou di questa ondata di calore, secondo i meteorologi di 3Bmeteo, saranno il 19, 20 e 21 giugno. Successivamente, potrebbe arrivare il maltempo con una perturbazione intensa tra il 20 e il 21 giugno.

Previsioni Meteo per Roma e Lazio il 12 Giugno

Il sole tornerà a splendere a Roma e nel Lazio il 12 giugno, ma un caldo africano è atteso dal weekend. Antonio Sanò, fondatore di IlMeteo.it, prevede che da lunedì farà un caldo intenso, con temperature fino a 34°C a Roma e picchi di 38-39°C su Marche ed Umbria meridionale. In Sicilia e Sardegna si raggiungeranno i 42°C. Al Nord Italia, le temperature saranno umide e molto afose, con picchi di 36°C attesi in Emilia Romagna da mercoledì prossimo. Questa seconda ondata di calore del 2024 interesserà tutta l’Italia e durerà a lungo al Centro-Sud. Al Nord, potrebbero verificarsi rovesci rinfrescanti attorno al solstizio d’estate (20 giugno), ma questa tendenza è ancora da confermare.

Fonte

Continua a leggere

Attualità

Arrestati due 14enni del clan Spada

Pubblicato

il

Due Quattordicenni in Comunità per Rapina

Dovranno stare in comunità due quattordicenni imparentati con il clan Spada. Avrebbero sequestrato nel bagagliaio di una minicar e rapinato un 16enne compagno di scuola, per poi lasciarlo solo di notte in strada. I carabinieri li hanno individuati.

Immagine di repertorio

Le Accuse

Avrebbero sequestrato e rinchiuso nel bagagliaio della minicar, insultato e rapinato un sedicenne, compagno di scuola. I carabinieri hanno fermato e identificato due giovanissimi imparentati con il clan Spada, che sono accusati di rapina aggravata nei confronti di un sedicenne. Tutti e due, ha deciso il giudice del Tribunale dei Minori, dovranno stare in una comunità.

Sequestrato, Rapinato e Lasciato Solo di Notte

Secondo quanto ricostruito in sede d’indagine i fatti risalgono alla sera del 6 aprile scorso e sono avvenuti a Frascati. Il sedicenne si trovava in strada con la sua minicar, quando i due coetanei che conosceva, perché frequentavano tutti e tre la stessa scuola, lo hanno costretto a scendere dalla “macchinetta” e ad entrare nel bagagliaio. Nel frattempo loro si sono messi alla guida, sfrecciando per le strade della periferia Est della Capitale, insultandolo. Fino a quando non li hanno raggiunti altri tre ragazzi con una Toyota. A questo punto lo hanno fatto scendere dal bagagliaio e lo hanno rapinato, portandogli via ciò che aveva con sé, ossia 35 euro e un giubbotto del valore di circa 700 euro. Lo hanno poi lasciato da solo, a piedi, in mezzo alla strada di notte.

Le Indagini dei Carabinieri

I genitori hanno sporto denuncia ai carabinieri della compagnia Frascati, che hanno raccolto le informazioni e dato il via alle ricerche, per risalire ai responsabili. Come riporta Il Messaggero, i militari sono riusciti ad identificare i due quattordicenni grazie alle descrizioni della vittima e alle immagini immortalate dalle telecamere di videosorveglianza lungo il tragitto percorso dalla macchinetta. Li hanno poi raggiunti a casa.

Fonte

Continua a leggere

Attualità

Incidente su via Cristoforo Colombo: scontro tra moto e auto, morto un 26enne

Pubblicato

il

Bilancio Drammatico dell’Incidente sulla Colombo

Un bilancio drammatico emerge dall’incidente verificatosi stamattina sulla via Cristoforo Colombo a Roma, dove un giovane di 26 anni ha perso la vita. Nell’incidente sono stati coinvolti due moto e un’auto, e un uomo di 34 anni è rimasto ferito. L’automobilista di 21 anni è risultata negativa all’alcol test.

Dettagli dell’Incidente

Grave incidente stradale questa mattina su via Cristoforo Colombo a Roma, dove un ragazzo di ventisei anni è morto e un trentaquattrenne è rimasto ferito. Il sinistro si è verificato nella mattinata di oggi, sabato 15 giugno, mentre la Capitale si prepara al Pride 2024. Lo scontro ha coinvolto diversi veicoli per cause ancora sconosciute e in corso di accertamento da parte della polizia locale di Roma Capitale.

Morto un 26enne e Ferito un 34enne

Secondo le informazioni apprese finora, al momento dell’incidente era poco prima delle 4:30. Le due moto, una Piaggio Beverly e una Kawasaki Z900, e un’auto Ford Fiesta si sono scontrate all’altezza dell’intersezione con via di Acilia, in direzione Ostia. L’impatto è stato violento, e il ventiseienne che viaggiava sulla Kawasaki è stato sbalzato dalla sella, cadendo rovinosamente sull’asfalto. Il conducente della seconda moto, un trentaquattrenne, ha dovuto ricorrere a cure mediche ed è stato trasportato con un’ambulanza all’ospedale G.B. Grassi di Ostia. Fortunatamente, non è in gravi condizioni.

Automobilista Negativa all’Alcol Test

Sul luogo dell’incidente, erano presenti le pattuglie della polizia locale di Roma Capitale, XII Gruppo Monteverde, che hanno svolto i rilievi di rito e stanno indagando per ricostruire la dinamica dell’accaduto. L’automobilista, una ventunenne, è stata sottoposta all’alcol test ed è risultata negativa. Inevitabili sono stati i disagi alla circolazione, con via Cristoforo Colombo in direzione Ostia chiusa temporaneamente tra Malafede e Acilia. Sul posto hanno lavorato anche le pattuglie del X Gruppo Mare e del Gruppo pronto intervento traffico, per mettere in sicurezza la zona e per gestire la viabilità.

Fonte

Continua a leggere

Attualità

San Giovanni, Locale chiuso con blatte e multa di 5.000 euro

Pubblicato

il

Chiusura del Locale a Roma per Carenze Igieniche

I vigili urbani e la Asl hanno chiuso un locale, che aveva blatte e sporcizia nel magazzino in cui venivano conservati gli alimenti, tavoli e faretti abusivi. Di cinquemila euro è la multa per il gestore.

Scoperta di Blatte e Sporcizia nel Magazzino

Sporcizia e blatte è ciò che gli agenti della polizia locale di Roma Capitale hanno scoperto in un magazzino di alimenti di un locale in zona San Giovanni a Roma. L’attività è stata chiusa e il titolare, un quarantaduenne bengalese, ha ricevuto una multa di cinquemila euro. Oltre alle gravi carenze igienico sanitarie, il gestore sarebbe anche responsabile di altre irregolarità, come l’occupazione di suolo pubblico non regolare e l’installazione abusiva di faretti per illuminare il marciapiede esterno al locale. A svolgere l’intervento sono stati appunto i vigili urbani, insieme agli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Viminale e agli addetti della Asl di competenza territoriale.

Chiusa un’Attività di Somministrazione a San Giovanni

Secondo le informazioni apprese, ad essere stato chiuso temporaneamente dagli agenti della polizia locale di Roma Capitale del I Gruppo Centro Storico è un’attività di somministrazione in zona San Giovanni, un quartiere molto frequentato anche da turisti, oltre che dai romani. L’intervento dei vigili urbani rientra nell’ambito delle verifiche presso esercizi commerciali e locali pubblici. All’interno del magazzino dove il gestore dava indicazione di conservare gli alimenti, che poi venivano utilizzati in cucina per preparare i vari piatti da servire ai clienti, c’erano blatte e sporcizia. Una condizione igienico sanitaria carente e potenzialmente pericolosa per la salute del consumatore, perché appunto il cibo non veniva conservato in maniera corretta.

Tavoli e Faretti Abusivi

Durante i controlli, gli agenti hanno inoltre scoperto che il locale occupava il suolo pubblico in maniera non regolare, e che aveva installato faretti in modo abusivo, i quali venivano usati per illuminare il marciapiede esterno al locale, dove erano stati posizionati tavoli. Sono state inoltre rilevate irregolarità nei rapporti di lavoro dei due dipendenti presenti nell’attività. I vigili urbani e la Asl hanno chiuso il locale e multato il gestore.

Fonte

Continua a leggere

Attualità

Accoltella la moglie a Tor Vergata: 50enne arrestato per tentato omicidio

Pubblicato

il

Arresto per Tentato Omicidio

I carabinieri hanno arrestato e portato in carcere un 50enne per tentato omicidio. Avrebbe accoltellato la compagna 41enne durante una lite per motivi economici.

L’Incidente e l’Arresto

Un uomo di cinquant’anni è stato arrestato per il tentato omicidio della compagna e portato nel carcere di Regina Coeli. L’episodio di violenza risale ai giorni scorsi ed è avvenuto in un’abitazione in via Salvatore Barzilai, nella zona di Tor Vergata a Roma. A finire in manette è un cinquantenne di nazionalità cinese, che ha accoltellato la compagna quarantunenne, la quale ha dovuto ricorrere a cure mediche ed è grave. A rendere esecutiva la misura di custodia cautelare in carcere sono stati i carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Frascati.

Immagine di Repertorio

Immagine di repertorio

L’Accoltellamento per Motivi Economici

Secondo quanto ricostruito in sede d’indagine dagli investigatori, era la mattina di qualche giorno fa quando l’uomo avrebbe accoltellato la moglie con diversi fendenti al culmine di una lite nata per motivi economici. A dare l’allarme sono stati alcuni cittadini cinesi, conoscenti della coppia, dopo che il cinquantenne li aveva avvisati di quello che aveva appena fatto. Subito, preoccupati per le condizioni di salute della donna, hanno dato l’allarme, chiamando il Numero Unico delle Emergenze 112 e chiedendo l’intervento urgente di un’ambulanza per una donna accoltellata dal compagno, che si trovava in condizioni gravi. Hanno anche indicato ai soccorritori l’indirizzo dell’abitazione della coppia.

Intervento dei Soccorsi

Sul posto, ricevuta la segnalazione, è arrivato il personale sanitario in ambulanza, che ha soccorso la quarantunenne e l’ha trasportata con urgenza al Policlinico di Tor Vergata. Giunta al pronto soccorso in codice rosso, la paziente è stata affidata alle cure dei medici, che l’hanno sottoposta agli accertamenti del caso. È stata ricoverata in gravissime condizioni per le ferite d’arma bianca riportate.

Arresto e Sequestro dell’Arma

I carabinieri hanno arrestato il cinquantenne e lo hanno portato nel carcere di Regina Coeli, dove si trova a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa di comparire davanti al giudice per l’udienza di convalida. I militari hanno anche sequestrato il coltello con il quale avrebbe colpito ripetutamente la compagna.

Fonte

Continua a leggere

Attualità

Calendario ufficiale dei saldi estivi 2024 a Roma e nel Lazio: quando iniziano.

Pubblicato

il

Inizio dei Saldi Estivi

L’inizio dei saldi estivi è previsto a partire da sabato 6 luglio fino a sabato 17 agosto: 43 giorni per acquistare abbigliamento e scarpe al miglior prezzo.

Saldi Estivi a Roma e nel Lazio

Sabato 6 luglio 2024 iniziano i saldi estivi a Roma e nel Lazio. La data ufficiale è stata decisa dalla Regione Lazio e ricade nello stesso giorno in cui sono iniziate le promozioni nel 2023. Il giorno atteso dai cittadini per utilizzare gli sconti e acquistare tanti prodotti a prezzi ridotti si sta avvicinando!

Coinvolgimento e Attesa

Ogni anno i saldi estivi coinvolgono migliaia di persone da tempo in attesa di promozioni per acquistare soprattutto scarpe e prodotti d’abbigliamento. Inizieranno sabato 6 luglio i saldi estivi del 2024: si ritorna al primo sabato del mese come giorno prescelto, così come è stabilito dalla conferenza delle Regioni di far partire gli sconti nel medesimo giorno in tutto il territorio nazionale, così da evitare. L’anno scorso la scelta invece è ricaduta sempre sul giorno 6 che era però un giovedì.

Durata dei Saldi

Quando iniziano i saldi a Roma e fino a quando durano

Con un comunicato stampa diramato il 16 maggio 2024, dal Presidente della Conferenza delle Regioni Massimiliano Fedriga si è stabilito che i saldi estivi cominceranno sabato 6 luglio 2024 e termineranno sabato 17 agosto 2024. Le vendite promozionali dureranno quindi 43 giorni. I capi che beneficeranno dello sconto dovranno essere caratterizzati da stagionalità, non potranno quindi essere soggetti a saldi quelli continuativi o che non siano prodotti considerabili “di moda”.

Regole sui Prezzi per i Negozi

Le regole sui prezzi per i negozi

I commercianti non possono effettuare sconti nei 30 giorni antecedenti alla data ufficiale di partenza dei saldi. Inoltre, durante il periodo dei saldi estivi, saranno obbligati a esporre sia il prezzo antecedente il 6 luglio che quello nuovo applicato per i giorni delle promozioni. Si spera così di applicare un sistema di trasparenza nei confronti dei clienti e molte etichette avranno così anche la percentuale di ribasso applicata. Il cambio dopo l’acquisto è lasciato alla discrezionalità del commerciante.

Saldi Estivi 2024 a Milano e in Lombardia

Quando iniziano i saldi estivi 2024 a Milano e in Lombardia: il calendario ufficiale

Fonte

Continua a leggere

Attualità

Donna muore a Ladispoli trascinata dalla corrente contro scogli durante il bagno in mare

Pubblicato

il

La Vittima e l’Incidente

La vittima, una donna di sessantadue anni, è morta nel pomeriggio di oggi a Torre Flavia a Ladispoli. Ferita l’amica che si trovava con lei, trasportata sotto shock all’Aurelia Hospital.

Dinamica dell’Incidente

Una donna è morta nel pomeriggio di oggi mentre stava facendo il bagno in mare a Torre Flavia, a Ladispoli. Si tratta di un’insegnante di sessantadue anni, di cui non è stata resa nota l’identità, trascinata dalla forte corrente sugli scogli, dove ha sbattuto la testa. La donna, che in quel momento si trovava con un’amica e non sapeva nuotare, è morta sul colpo molto probabilmente a causa della ferita al capo. Ferita l’amica che si trovava con lei, insegnate anch’essa, ma non in pericolo di vita.

Intervento delle Forze dell’Ordine

Sul posto sono arrivati gli agenti della Polizia Locale e i Vigili del Fuoco con la squadra 26a Cerveteri. Quando le forze dell’ordine sono arrivate sul posto la donna era già deceduta, il corpo era tra gli scogli. Nelle prossime ore si deciderà se sarà sottoposta ad autopsia o meno, ma non ci sono dubbi che si sia trattato di un incidente, anche se ulteriori accertamenti sono al momento in corso. I primi ad accorrere sono stati gli agenti Silvia Dentini, Simona Antinucci e Diego Galimberti, che hanno sentito le urla di una persona che chiedeva aiuto: hanno attivato subito la macchina dei soccorsi, facendo arrivare sul posto le forze dell’ordine.

Prime Ricostruzioni dei Fatti

Da una prima ricostruzione dei fatti, la 62enne stava facendo il bagno in mare con un’amica. Molto probabilmente non si sono rese conto che la corrente stava cambiando e che nel punto dove si trovavano era molto forte. Quando ha iniziato a trascinarle si sono spaventate: la vittima, non sapendo nuotare, non è riuscita a contrastare in nessun modo la corrente che la stava portando via. D’altra parte, questa era molto forte, e anche per una persona in grado di nuotare sarebbe stato molto complicato resistere a una tale intensità.

Fonte

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA