ROMA Incidente per furbetto beccato all’esame della patente

ROMA Incidente per furbetto beccato all’esame della patente: i dettagli.

ROMA Incidente per furbetto beccato all’esame della patente. Ha provato a passare la prova facendosi suggerire le risposte da un complice esterno tramite sofisticati auricolari e una microcamera nascosta in un bottone collegati a un telefonino nascosto sotto gli indumenti. Uno stratagemma che però gli è costato l’arresto per truffa aggravata da parte dei Carabinieri della Stazione Roma Cecchignola.

Protagonista della vicenda un 27enne romano, il quale, durante il test presso la Motorizzazione di Roma Via Laurentina, è stato colto in flagrante dal personale di sorveglianza, che stava verificando il corretto svolgimento della prova. Il ragazzo, tramite il sistema escogitato, riusciva a trasmettere le domande all’esterno e a ricevere in tempo reale le risposte usando due minuscoli e trasparenti auricolari e microcamera senza fili. A completare l’operazione un complice, che, dopo aver letto le domande, comunicava le risposte.

Una volta scoperto, il truffatore ha dovuto poi ricorrere all’intervento del pronto soccorso dell’ospedale Sant’Eugenio per estrarre il piccolo e sofisticato auricolare che non si riusciva rimuovere dall’orecchio. I Carabinieri della Stazione Roma Cecchignola sono ora al lavoro per dare un volto ai complici che suggerivano le risposte attraverso i cellulari sequestrati agli autori della tentata truffa. Il materiale utilizzato dall’arrestato è stato sequestrato.

Ti potrebbe interessare