fbpx
Seguici sui Social

Pubblicità

Primo Piano

CORONAVIRUS Evacuata la sala della Regione Lombardia

Pubblicato

in



CORONAVIRUS A Milano evacuata la sala stampa della Regione Lombardia. Sky annuncia: “Accertamenti in corso su persone dello staff del presidente Fontana”.

Evacuata la sala della Regione Lombardia a causa del coronavirus. Una stretta collaboratrice del presidente Attilio Fontana è risultata positiva al contagio. Lo ha dichiarato lui stesso in un video sui social: “Si tratta di una persona con cui lavoro costantemente, che stimo tantissimo, una persona bravissima. Per tutto ciò anche noi che facciamo parte della stessa squadra e tutti quelli che hanno avuto a che fare con il nucleo che si sta occupando dell’emergenza abbiamo fatto il test. La notizia è positiva: io per ora non ho contratto alcun tipo di intenzione e nessuno di quelli sottoposti all’esame l’ha contratto. Quindi possiamo continuare a dedicarci alla battaglia che stiamo combattendo per cercare di contenere questo virus”.

L’inviata di Sky aveva annunciato la cancellazione della conferenza in cui i vertici della Regione avrebbero dovuto dare informazioni sui numeri dell’epidemia in Lombardia. E che, inoltre, erano in corso accertamenti sulle persone dello staff del presidente Fontana. Tutto cancellato quindi e l’intero piano con centinaia di giornalisti evacuato per precauzione. È un tecnico dell’unità di crisi della Regione Lombardia l’uomo che è risultato positivo. Da quanto si apprende presentava i sintomi del coronavirus e gli è stato effettuato il tampone.

L’unità di crisi è operativa da quando si è sparsa la notizia del primo contagiato lombardo da coronavirus. La squadra è formata da tecnici delle direzioni generali Welfare e Protezione Civile coordinati dagli assessorati di riferimento. Alle riunioni partecipano anche i vertici della Regione ma non è detto che ci sia stato un contatto tra loro. In serata il presidente Fontana ha rivelato che è risultato negativo al tampone: “Da oggi mi metto in autoquarantena e girerò con la mascherina”.

SEGUICI SU TWITTER

Pubblicità

Continua a leggere
Pubblicità