Salvini: “Napoli è un campo rom”

Nel corso di un comizio al Teatro Augusteo il leader della Lega attacca il sindaco De Magistris e quello di Roma Virginia Raggi. Matteo Salvini a Napoli punta il dito verso il primo cittadino campano paragonando la città partenopea a un campo rom.

In vista delle elezioni regionali della Campania Salvini parte all’attacco: “Ho fatto un giro in centro a Napoli sembrava un campo rom. Materassi, immondizia, sporcizia, gente che pisciava per strada alle 3 del pomeriggio”.

Il leader leghista, poi parla del tema della sanità tornando anche sulle sue dichiarazioni sull’aborto: “Mi hanno attaccato perché ho osato dire quello che vedono tutti. Cioè che qualcuno prende il pronto soccorso come l’anticamere di camera sua portando via il diritto alla salute di chi ha davvero qualche problema. De Luca è simpatico e divertente, peccato che sia il governatore della Campania. Sarebbe affascinante discuterci al bar o in trattoria”.

Poi Salvini attacca il sindaco De Magistris e Virginia Raggi, definita ironicamente “un genio”: “A Roma una fermata della metropolitana chiusa per 300 giorni per una scala mobile quando in Cina hanno fatto un ospedale in una settimana. Tra Raggi e De Magistris non so chi sia meglio”. La campagna elettorale per le regionali della Campania è in corso. Quella per le comunali di Roma e Napoli, dove si vota nel 2021, ha preso il via.

SEGUICI SU TWITTER

Ti potrebbe interessare