Pippo Franco, parla il medico: “Fece il vaccino ma in tv lo negò”

Pippo Franco, le dichiarazioni del dottor Aveni di fronte ai magistrati della Procura di Roma

Pippo Franco
Ultimo aggiornamento:

Si tinge di giallo il caso del falso vaccino di Pippo Franco. Quest’oggi è stato infatti interrogato il medico che avrebbe inoculato il siero anti Covid al comico romano. Una somministrazione che, secondo chi indaga, sarebbe stata solo simulata, allo scopo di far ottenere a Pippo il Green Pass. Per questa pratica, che avrebbe effettuato anche ad altri 13 suoi pazienti, il medico deve rispondere del reato di falso. Chiamato a difendersi in aula, secondo quanto riporta Il Fatto Quotidiano, avrebbe tirato in ballo proprio il comico.

PIPPO FRANCO, IL MEDICO: “DICHIARAZIONI PUBBLICHE MENDACI”

Che, a suo dire, avrebbe reso pubblicamente delle dichiarazioni mendaci: “Il noto attore – si legge nel verbale d’udienza, citato dal quotidiano – aveva sostenuto di non essersi vaccinato contro il Covid, mentre, come assistito dal medico, era stato da questi regolarmente vaccinato“. Una scelta questa che Aveni spiega con ragioni di opportunità politica: in quel periodo, infatti, Pippo era candidato alle elezioni comunali di Roma con una lista civica a sostegno del candidato di centrodestra Enrico Michetti. In sostanza, quindi, il comico avrebbe mentito per conquistarsi i voti dei No Vax.

PIPPO FRANCO, IL GIALLO DELLA FOTO

Pippo portò avanti questa linea anche sui suoi profili social, dove pubblicò alcuni monologhi, risalenti al 2020 e al 2021, in cui criticava aspramente le azioni del governo di contrasto alla pandemia. E sempre dove ha postato una sua fotografia nello studio del medico mentre gli veniva inoculato il vaccino. Un’immagine, a parere dei Carabinieri del Nas, falsa: Pippo, a loro avviso, avrebbe ricevuto il siero in un secondo momento, per discolparsi dopo aver saputo dell’inchiesta a suo carico. Accuse queste respinte dagli avvocati del comico, che sostengono invece come tutto quanto presentato sia perfettamente in regola.