Arrestato usuraio che chiedeva il quintuplicato in un anno

Un romano di 59 anni, è stato trasportato in carcere tramite un’operazione eseguita dai carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia Roma Eur. Infatti l’uomo è stato ritenuto responsabile di reato di usura, per questo il gip del Tribunale di Roma ha emesso immediatamente il mandato di custodia in carcere dopo l’operazione “Magliana spa”. Tutto è stato possibile grazie a un imprenditore romano che nel 2017 aveva denunciato l’accaduto. L’uomo con diverse difficoltà economiche, aveva chiesto aiuto all’indagato ricevendo 9.000 euro in prestito. A quel punto però la cosa è sfuggita di mano, infatti durante l’anno ha dovuto restituire più di 50.000 euro per via degli interessi.

Troppi per i 9.000 prestiti. A questo punto ha deciso di reagire e chiedere aiuto alle forze dell’ordine. Ci hanno due mesi gli investigatori per capire che esisteva un’attività usuraria portata avandi dal 59enne in modo organizzato e continuativo. Sono stati trovati in difficoltà e sotto la sua usura anche altri 8 commerciati dei quartieri dell’area sud della capitale. In tutto il suo giro si aggirava verso gli 80.000 euro.  Alle persone offese che si trovavano costrette a rivolgersi allo strozzino veniva richiesta la restituzione dei prestiti mediante rate settimanali gravate da interessi abnormi.

SEGUICI SU FACEBOOK

 

Ti potrebbe interessare