ROMA Rapina con cocci di bottiglia: coppia di somali nei guai

ROMA Rapina con cocci di bottiglia: coppia di somali nei guai.

ROMA Rapina con cocci di bottiglia. Questo l’episodio che ha portato all’arresto di due cittadini somali, rispettivamente di 27 e 25 anni. A mettere loro le manette ai polsi gli agenti del Reparto Volanti e dei commissariati Viminale e Tor Pignattara, durante un normale servizio di controllo del territorio. L’arresto è avvenuto al termine di un articolato inseguimento a piedi tra le vie che si diramano da Piazza dei Cinquecento. Primo ad entrare in azione il 27enne, che ha raggiunto la vittima alle spalle e ha provato a sottrarle il marsupio. Le urla della donna hanno attirato l’attenzione di un suo amico, che si trovava fuori del sottopassaggio, in via Giolitti. Quest’ultimo ha cercato di difendere l’amica, ma è stato aggredito a calci e pugni, ferito con una bottiglia scheggiata e infine rapinato del cellulare. A quel punto, sentite le richieste di aiuto della donna provenire dal sottopassaggio, sono intervenuti i poliziotti. I quali hanno visto la banda fuggire verso via Marsala e si sono subito gettati al loro inseguimento. Due dei malviventi sono stati infine intercettati e raggiunti e si trovano ora a disposizione dei magistrati. L’accusa a loro carico è di rapina aggravata in concorso. Quanto invece al terzo complice, resosi irreperibile, proseguono le indagini per cercare di identificarlo.