Seguici sui Social
PUBBLICITA


Ultime Notizie

CROTONE LAZIO Inzaghi: “Rinnovo? La società sa quanto sia per me la Lazio”

Avatar

Pubblicato

il

PUBBLICITA


interviene al termine della partita vinta per 0-2 sotto un nubifragio che ha reso la partita difficile per entrambe le squadre

CROTONE LAZIO Inzaghi ai microfoni di Sky:Ciro è stato bravissimo, è un leader e ha fatto un gol importantissimo oltre che bellissimo. Abbiamo vinto una partita difficilissima contro una squadra che secondo me sta giocando ottime gare. sta avendo da 3 anni a questa parte un rendimento eccezionale, lui è titolare della Nazionale che si cura nei minimi particolari e sta meritando queste prestazioni con la Lazio e con l’Italia, si merita questo e altro per tutta la dedizione e impegno che mette in questo sport. Le nostre problematiche sono state per via del Covid e infortuni prima della sosta, ora stanno rientrando tutti. Oggi ho sostituito Parolo e Fares perché erano entrambi ammoniti, avevamo la partita in mano e mi sarebbe dispiaciuto giocarla in 10 nonostante siano stati bravissimi. In panchina avevamo Escalante, Muriqi, a casa poi giocatori importanti come Luiz Felipe e Strakosha che è il titolare, anche se Reina lo sta sostituendo benissimo”.

SUL RINNOVO E

sta facendo grandissime prestazioni e numeri, oggi con Correa hanno fatto grandissime cose, sono contento per lui perché ha fatto con in Campionato e ci sta dando una grandissima mano. Non bisogna dimenticare che è arrivato venerdì dopo 7 ore di fuso orario e aver viaggiato per 2 giorni. Muriqi si sta inserendo nel migliore dei modi, anche Caicedo ci sta aiutando tantissimo. Se ne sono dette tante sul rinnovo, io sono qui da 21 anni, sto benissimo e con Lotito ho un rapporto bello, io, lui, Tare, Peruzzi e De Martino siamo sempre in un’unica direzione. Ci saranno delle trattative e vedremo il da farsi ma tutti sanno che cosa rappresenta la Lazio per me. Con Luis Alberto ho parlato e sa di aver sbagliato, la società come giusto che sia lo multerà, ma io avevo l’obbligo di metterlo in campo nelle migliori condizioni, ha un talento straordinario e non deve sprecarlo con le chiacchiere fuori”.

ROMA – Manifestazione antagonista in piazza. Cartelloni contro Zingaretti e Raggi

ROMA – Manifestazione antagonista in piazza. Cartelloni contro Zingaretti e Raggi

Continua a leggere
Pubblicità

Ultime Notizie

L’ultima telefonata di Maradona al fratello: “Mi tengono qui chiuso, io voglio uscire”

Avatar

Pubblicato

il

Di

Maradona


Continuano gli interrogativi sulla morte del campione argentino. Il racconto del fratello

A cinque giorni dalla scomparsa del grande campione argentino non si placano le polemiche. Dopo le accuse di negligenza e omicidio colposo nei riguardi del medico che seguiva l’ex calciatore, prende ora parola Hugo Maradona, fratello minore del pibe de oro,  a sua volta ex calciatore. Intervistato da Barbara D’Urso durante il suo programma domenicale, Hugo ha raccontato come viveva Diego durante la convalescenza post operatoria. “L’unico che gli stava accanto è mio nipote, che per lui era come un figlio. Lo affiancavano infermiera e dottore, ma non voleva nessuno in camera. Non so cosa sia successo e mi auguro che non sia stata trascurata la sua vita, o che ci sia stato qualche errore da parte dei medici. Ora ci sono le indagini, ci penseranno gli avvocati e la polizia in Argentina, se è vero quello che stanno dicendo mi fa il doppio del male perché non meritava di esser lasciato solo. Quello che mi sembra strano è che quando hanno chiamato l’ambulanza non è stato detto il nome di mio fratello, né il medico ne l’infermiera hanno fatto il nome di Maradona“. E sulle critiche legate alla condotta di vita del fratello ha preferito glissare: “Mio fratello si è fatto male da solo, mai ad altri. Parlare così di chi non si può difendere non è bello”, ha affermato.

L’ultima strana telefonata di Diego Maradona al fratello

Hugo, che vive in Italia, non ha potuto dare l’addio al fratello a causa delle problematiche di viaggio legate all’attuale pandemia da Coronavirus. Intervistato dalla rivista portoghese Caras, ha dichiarato di essere venuto a conoscenza della morte del fratello in modo del tutto inaspettato. “Ero uscito a comprare le sigarette, e il negoziante mi fece le  condoglianze. Lo ringraziai, ma non capii di cosa stesse parlando. In macchina mi chiamò mia figlia da Miami, mi chiese dove ero e cominciò a piangere. Mi disse di fermarmi perché doveva darmi una notizia. Le chiesi se fosse incinta. Lei invece mi disse: no papà, è morto lo zio. Non so neanche come ho fatto  a guidare fino a casa“. Hugo aveva parlato col fratello per l’ultima volta la domenica precedente; in quell’occasione Diego gli aveva detto una cosa strana. “Mi tengono qui chiuso, io invece voglio uscire”. “Io gli avevo risposto che presto sarei andato a fargli compagnia. Abbiamo litigato per 22 anni per cose futili. Ci scontravamo, ma era il nostro modo di dire che ci volevamo bene. Quando potrò tornare in Argentina andrò a trovarlo“, conclude Hugo.

 

 

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA