Seguici sui Social

Ciao, cosa stai cercando?

Cronaca Roma

Musica


PUBBLICITA

Antonello Venditti vittima di bullismo: “Ho rischiato tante volte il suicidio”

Antonello Venditti vittima di bullismo: il racconto del cantante tra incubo e Ddl Zan.

Antonello Venditti cantante

Antonello Venditti vittima di bullismo. Il cantante romano racconta l’incubo, vissuto da adolescente, e poi dice la sua sul Ddl Zan.

Antonello Venditti vittima di bullismo. E’ lui stesso a confermarlo ai microfoni de La Stampa. Racconta la sua solitudine, la sua complessità e i suoi complessi, che lo hanno trascinato nelle mani dei bulli. Un incubo andato avanti per molto tempo, “fino a 16 anni“, e che “molte volte” lo ha condotto ad un passo dal togliersi la vita. Per fortuna ne è uscito grazie alla musica, “la mia compagna da sempre“.

Quella che ritroverà dal vivo dal prossimo 3 luglio, con il suo nuovo tour ‘Unplugged Special 2021‘.E’ stata lei, racconta, ad aiutarlo ad “esprimere me stesso e la mia diversità“. Non a caso, tutte le sue canzoni parlano di lui: “Non so far altro“, ammette. E proprio quel periodo buio è stato una notevole fonte di ispirazione. Anche se, in qualche caso, non parlando in prima persona: “In Marta – rivela – mi nascondevo dietro un altro nome“.

Ai ragazzi vittime di bullismo dà poi un consiglio: trovare dentro la forza per andare avanti, credendo in sè stessi e in ciò che si è. E chi non ci riesce e pone fine ad una vita di sofferenze? Venditti non lo condanna, anzi per certi versi lo comprende. E lo rispetta. “Solo chi ha ragione si suicida – dichiara – I colpevoli invece ci provano ma non ci riescono“. Evitare il gesto estremo in ogni caso però si può: “Basta una parola“. Da parte di chi? Il cantante non ha dubbi: “Di amici o di una società che si interessi a te anche se sei piccolo“.

Infine, sul Ddl Zan rivela tutto il proprio sostegno: “Ce l’ho dentro“. Complice un animo fortemente “anarchico“, per cui la cosa più importante è “il mio diritto naturale, la mia coscienza“. A suo parere, è “assurdo” che a sancire ciò debba essere una legge. Ma capisce la scelta: questi che viviamo, dice, sono “tempi confusi” e solo atti formali possono riportare la civiltà al posto che le compete.

INTANTO RITA DALLA CHIESA CONTRO IL CRISTO COI TACCHI

Ti potrebbe interessare

Attualità

Nella giornata di ieri, in Senato, è stata respinta la richiesta di sospensiva del Ddl Zan, finalizzato al contrasto dell'omotransfobia. Passa dunque la linea...

Italia

Dopo la presa di posizione sul ddl Zan, Fedez e Elodie replicano al Vaticano

Attualità

Il Vaticano contro il Ddl Zan, con una comunicazione la Santa Sede ha chiesto di intervenire sull'approvazione della legge

Attualità

E’ finito da poche ore il famoso concerto del Primo Maggio, ma continuerà a far parlare di sé. Pesanti i monologhi dei vari cantanti...

Pubblicità