Raccolte fondi Ucraina, occhio alle truffe: il comunicato

Raccolte fondi Ucraina e truffe, il binomio è dietro l’angolo. A confermarlo la Polizia Postale, che invita a fare molta attenzione alle iniziative di beneficenza in favore delle popolazioni martoriate dalla guerra. Un alert per il quale è stato girato anche un video, chiedendo, in caso di dubbi, di segnalare immediatamente ai commissariati o sul sito. “Stiamo effettuando un ampio monitoraggio sul web“, spiega in una nota il corpo. Che rivela come i tentativi di frode registrati avvengano “prevalentemente attraverso sistemi di messaggistica istantanea“.

RACCOLTE FONDI UCRAINA, I CONSIGLI ANTI TRUFFA

Per evitare di ‘caderci’, comunque, gli accorgimenti non mancano. Ad esempio, occorre verificare se la raccolta fondi è “concordata con l’ente pubblico a cui è destinata“. In che modo? Il sistema è semplice: “In genere l’ente la pubblicizza sulle sue pagine web ufficiali“. Basta dunque un clic per avere la certezza di donare a colpo sicuro. In secondo luogo, si devono privilegiare le iniziative tramite coordinate bancarie, diffidando dalle richieste di versamenti su carte ricaricabili.

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK

Fabio Villani
Laureato alla Specialistica in Filologia Greca e Latina. Esordisco nel giornalismo durante un tirocinio universitario. Tra le mie passioni, calcio, cinema e musica

ULTIME NOTIZIE

LEGGI ANCHE