OMICRON 2 Crisanti avverte: “Contagiosissima. Restrizioni non servono”

OMICRON 2 Crisanti detta la sua ricetta per affrontare al meglio la sottovariante

crisanti
Ultimo aggiornamento:

Su Omicron 2 Crisanti si è soffermato ai microfoni di Adnkronos Salute. Il Direttore di Medicina Molecolare dell’Università di Padova ha sottolineato come per contrastarla serva innanzitutto proteggere i più esposti. “Si tratta, spiega infatti, di una sottovariante contagiosissima, che in soggetti non vaccinati o fragili porta ad una malattia severa“. A suo parere, è quindi inutile la strategia dello ‘zero Covid’: “Quello che sta accadendo in Cina lo dimostra. Questa variante ha un indice di contagio R0 di 12. Tentare di portarlo a 10 con misure e restrizioni non serve a nulla“.

OMICRON 2 CRISANTI SULLE RIAPERTURE

Alle porte però c’è la fine dell’emergenza sanitaria e il graduale ritorno alla normalità: “Io – ribadisce Crisanti – avrei liberalizzato tutto già a fine  gennaio. Aspettare è stato controproducente, perchè chi si infetta adesso ha passato più tempo dall’ultima vaccinazione o infezione e quindi è più vulnerabile“. Infine, sull’aumento dei dati, non vede miglioramenti a stretto giro: “Credo che nei prossimi giorni anche i ricoveri aumenteranno“.

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK