Elezioni 2022 – Dimissioni Mattarella, scontro a distanza tra Berlusconi e Letta

In questi giorni di campagna elettorale fa capolino, a sorpresa, il tema delle dimissioni Mattarella. A lanciarlo Silvio Berlusconi, intervistato questa mattina da Radio Capital. L’ex premier continua a coltivare l’ambizione del Quirinale e ritiene di aver trovato l’arma per raggiungere finalmente l’obiettivo: il presidenzialismo. “Spero che la riforma costituzionale si faccia, è dal ’95 che la propongo“, rivela. Esaltando le qualità del sistema: “E’ perfettamente democratico ed esalta la democrazia. Questo perchè consente al popolo di scegliere direttamente da chi vuole essere governato“.

DIMISSIONI MATTARELLA, LE PAROLE DI BERLUSCONI

Incalzato poi sulle possibili conseguenze che l’approvazione avrebbe sulla composizione dell’apparato statale, Berlusconi, non ha dubbi: “Sì, sarebbero necessarie le dimissioni di Mattarella per andare all’elezione diretta del Capo dello Stato“. In una corsa che vedrebbe proprio il leader di FI tra i concorrenti in pole. Leader che però intanto è concentrato su un altra corsa, quella per un posto in Senato: “Guiderò la campagna con la stessa dedizione di quando sono sceso in campo 28 anni fa“, assicura.

Dimissioni Mattarella Berlusconi Letta
Il capo dello Stato Sergio Mattarella

DIMISSIONI MATTARELLA, LA REPLICA DI LETTA

Le sue parole sulle dimissioni Mattarella non hanno però mancato di suscitare reazioni. Su tutte, quella del segretario del Partito Democratico Enrico Letta. “Quanto dichiarato da Berlusconi – dice a ‘Radio Anch’io – dimostra che l’unico modo per battere la destra è votare la coalizione nata attorno al Pd. Dice che se vince peggiorerà la Costituzione e attacca Mattarella. Ciò dimostra quanto sia pericolosa per il paese questa destra. La quale, dopo aver fatto cadere Draghi, vuole fare lo stesso con il Capo dello Stato. Che è un punto di unità per il paese e che noi difenderemo“.