ROMA Inaugurazione della Cappella Sistina

ROMA Inaugurazione della Cappella Sistina. Il 15 Agosto del 1483 Papa Sisto IV inaugura la Cappella Palatina (detta Sistina) del Palazzo Apostolico restaurata.

ROMA Inaugurazione della Cappella Sistina. Il 15 agosto del 1483 la Cappella veniva ufficialmente consacrata con una messa dedicata all’Assunzione della Vergine Maria. È uno dei capolavori culturali e artistici conservati a Città del Vaticano. Al suo interno si trovano affreschi di Michelangelo Buonarroti, Botticelli, Pietro Perugino, Pinturicchio e tanti altri. È considerata uno dei luoghi artistici più importanti del mondo e dal 1870 ospita il conclave (l’elezione del pontefice) e altre cerimonie ufficiali del Papa.

ORIGINI 

All’inizio si chiamava Cappella Magna. Il suo nome viene da Papa Sisto IV, che decise di restaurarla tra il 1475 e il 1481. Si tratta dell’opera più importante della “teologia visiva”, conosciuta anche come Biblia pauperum. E’ ricchissima di dipinti, che occupano 1.100 metri quadrati di superficie. La fama della Cappella Sistina è dovuta soprattutto al “Giudizio universale”, l’affresco di Michelangelo dipinto sulle pareti. L’artista non accettò di buon grado l’incarico, in quanto aveva una grande reputazione come scultore e odiava dipingere.

CURIOSITA’

Nel “Giudizio universale” Dio viene rappresentato simile a Giove, con barba bianca e un corpo muscoloso. Al centro dell’affresco si trova il Cristo Giudice con uno sguardo molto serio, quasi duro. Michelangelo ha voluto rappresentare il suo pessimismo attraverso la pelle strappata di San Bartolomeo, di cui esistono più interpretazioni: la sua repulsione per la pittura, oppure la sua crisi religiosa. Inoltre, l’artista venne accusato per le figure nude rappresentate: in particolare il cardinale Gian Pietro Carafa e monsignor Sernini lo accusarono di immoralità e promossero una campagna di censura per coprire i dipinti con foglie di fico.

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK

FERRAGOSTO – LE ORIGINI E PERCHÈ SI FESTEGGIA

ULTIME NOTIZIE

LEGGI ANCHE