ROMA Netturbino spacciatore sul lavoro ora rischia grosso

ROMA Netturbino spacciatore sul lavoro: l'incredibile vicenda di un dipendente (neo assunto) Ama

Incidente
Ultimo aggiornamento:

ROMA Netturbino spacciatore sul lavoro. Un reato che è costato all’uomo la sospensione e dunque la fine anticipata del periodo di prova presso la municipalizzata. La scoperta secondo quanto riportato dal Messaggero, ‘stupefacente’ è avvenuta in zona Tor Pagnotta: il netturbino si trovava nei pressi di un furgone Ama, che, a quell’ora avrebbe dovuto usare per svolgere il proprio lavoro. E invece ne aveva fatto la base per la propria attività illecita. Immediato è così scattato per lui l’esonero dal servizio, notificato per motivi disciplinari dal direttore delle risorse umane dell’azienda. Eventuali ulteriori provvedimenti a suo carico dovrebbero poi arrivare al termine del processo per direttissima, che l’uomo affronterà già questa settimana. Se i magistrati confermeranno le accuse, per lui potrebbe profilarsi addirittura il licenziamento in tronco. Oltre alla detenzione in carcere, fino ad un massimo di quattro anni.