Rifiuti porta a porta, Ama taglia il servizio: “Costa troppo”

Rifiuti porta a porta, Ama cerca la svolta. L’obiettivo è quello di rientrare nella ‘normalità’, ma come riuscirci? A rispondere a questa domanda ha pensato, durante una riunione delle commissioni bilancio e ambiente, il presidente dell’azienda, Daniele Pace. Che ha parlato di un processo di “re-ingegnerizzazione“, basato su tre “direttrici“. In sintesi, ci saranno miglioramenti sul fronte della pulizia e del decoro urbano; il modello di raccolta verrà ridisegnato; e, ultimo, sarà ottimizzata la logistica, attraverso un’autonomia impiantistica. Un vero e proprio piano, che dovrebbe approdare in Campidoglio già lunedì.

RIFIUTI PORTA A PORTA E UTENZE NON DOMESTICHE

Tra le possibili novità, la re-internalizzazione del servizio per le utenze non domestiche. Una regola che dovrebbe valere non per tutta la città ma solo per alcuni quadranti. Ad esempio, per quelli più centrali, dove la raccolta, al momento gestita da ditte esterne, è stata spesso oggetto di critiche da parte dei cittadini. Ciò perchè si formano accumuli che favoriscono la diffusione di topi e gabbiani. Per risolvere il problema, spiega Pace, si sta quindi pensando di “unire lo spazzamento alle und. Che – sottolinea – creano criticità anche sul versante delle utenze domestiche. Vogliamo affrontare il problema in modo innovativo e definitivo“, conclude.

RIFIUTI PORTA A PORTA: “IMPORTANTE AUMENTARE DIFFERENZIATA”

Quanto invece alla raccolta, il numero uno di Ama ha fatto capire che verrà fortemente limitato il servizio rifiuti porta a porta. Che, spiega, “non è l’unico modo per aumentare la differenziata. Anzi, in molte capitali europee conoscono altri modi per raccogliere i rifiuti. Certamente è utile, ma all’azienda costa un multiplo della raccolta su strada. Per cui, se lo si aumenta, non si può diminuire la Tari“. “L’importante – aggiunge Pace, sulla linea di quanto firmato dal sindaco Gualtieri – è aumentare la differenziata. Farlo col porta a porta o altri strumenti è secondario“.

Fabio Villani
Laureato alla Specialistica in Filologia Greca e Latina. Esordisco nel giornalismo durante un tirocinio universitario. Tra le mie passioni, calcio, cinema e musica

ULTIME NOTIZIE

LEGGI ANCHE