Seguici sui Social
PUBBLICITA


Ultime Notizie

Lockdown per tutti? No, 4 persone continuavano l’attività di spaccio: arresate

Avatar

Pubblicato

il

Lockdown per tutti? No
PUBBLICITA


– Se per il resto delle persone durante il mese di aprile era in atto il , per 4 persone no, questi infatti, hanno continuato con la loro attività di spaccio. Lockdown per tutti? No

Lockdown per tutti? No – Durante il periodo di lockdown del 19 aprile, alcune persone comprese dai 27 ai 51 anni, hanno continuato liberamente la loro attività di spaccio di sostenze stupefacenti. Questa attività, è stata fermata dai della Compagnia di Colleferro che, seguendo le direttive della Procura della Repubblica di Velletri, hanno eseguito un’ordinanza di applicazione di misure cautelari procedendo all’arresto di questi 4 individui. Due sono residenti di Carpineto Romano e due di Artena, di cui tre con precedenti di polizia a vario titolo, con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso.

L’indagine condotta dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Colleferro insieme ai colleghi della Stazione di Carpineto Romano, supportati nella giornata odierna da quelli della Stazione di Artena e del Nucleo cinofili di Ponte Galeria, ha avuto il suo fulcro d’attenzione, nei mesi di aprile, maggio e giugno, il territorio di Carpineto Romano dove il 49enne e il 27enne, padre e figlio, con frequenza giornaliera, raggirando le misure imposte dal lockdown, cedevano sostanza stupefacente del tipo cocaina ed hashish ( rispettivamente chiamati in codice dagli arrestati “quella bona” e “quello scura”) ad assuntori, di tutte le età, non solo del proprio Paese di residenza, ma anche di Montelanico, Colleferro e della provincia di Latina.

Gli accertamenti dell’aliquota operativa e dei Carabinieri di Carpineto Romano oltre ad accertare l’attività di spaccio dei pusher hanno ricostruito, tramite lunghi pedinamenti ed osservazioni, anche il loro canale di approvvigionamento: due fratelli, 47 e 51anni, di Artena. Per tre degli indagati sono scattati gli arresti domiciliari, mentre per il 49enne di Carpineto Romano è stato tradotto dai Carabinieri in carcere, dove rimane a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Nuovo Dpcm, Confesercenti: “Avrà un impatto grave sulle imprese”

AS Roma, Fonseca: “Domani partita non contro Ibra, ma contro il Milan”

Continua a leggere
Pubblicità

Ultime Notizie

Da San Giovanni a Ponte Lungo: nuova illuminazione per Via Appia

Avatar

Pubblicato

il

Di

Led


In arrivo luci al led sull’Appia Nuova, Raggi: “Continuiamo a potenziare l’illuminazione pubblica”

Capitale continua a portare avanti i nuovo progetti di illuminazione per la città. E’ ora interessata la zona dell’Appia Nuova, da San Giovanni a Ponte Lungo, passando per Piazza Re di Roma, adeguata con  ben 260 punti luce led. Una parte di questi nuovi impianti è stata già accesa nei mesi scorsi, il restante sarà attivato nelle prossime ore. Il fine è quello di ottenere un risparmio dei consumi energetici e raggiungere al contempo un’uniformità luminosa lungo l’intero tratto stradale. La sindaca Raggi ha commentato l’operazione: “Dopo gli ultimi interventi completati al Ponte Nomentano nel quadrante nord e all’asilo nido di via de Finetti nel Municipio XI, continuiamo a potenziare l’illuminazione pubblica. Questo significa non solo riqualificare aree trascurate della città, ma potenziarne anche la sicurezza. In questi anni abbiamo portato la nuova luce a led sui nostri monumenti per valorizzarne le bellezze, ma non ci siamo dimenticati delle periferie illuminando quartieri che erano completamente al buio da decenni”. Anche l’assessora alle Infrastrutture Linda Meleo ha voluto fare una dichiarazione in merito al potenziamento dell’illuminazione sul tratto dell’Appia Nuova. “Il nostro obiettivo è rinnovare progressivamente l’illuminazione pubblica e monumentale in tutti i quadranti della città. Abbiamo messo a punto un piano per intervenire sul territorio sostituendo i vecchi impianti con la nuova tecnologia a led e stanziato nuove risorse. Questo significa più sicurezza, ma anche risparmio per l’Amministrazione considerato il minore consumo energetico e l’ottima resa luminosa legati a questa soluzione”, ha affermato la Meleo.

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA