Centocelle, 3 rom ladri d’appartamento in fuga dalla Polizia. Un arresto e tanta paura per il quartiere

Cronaca di Roma, ancora furti a Centocelle In estate è risaputo che i ladri di appartamento approfittano dell’assenza dei proprietari per forzare porte o finestre e impadronirsi di oggetti preziosi e soldi. Stavolta però ai delinquenti non è andata benissimo perché, grazie al prezioso lavoro dei Poliziotti del Commissariato di Tor Pignattara, coadiuvati  anche del […]

Cronaca di Roma, ancora furti a Centocelle

In estate è risaputo che i ladri di appartamento approfittano dell’assenza dei proprietari per forzare porte o finestre e impadronirsi di oggetti preziosi e soldi. Stavolta però ai delinquenti non è andata benissimo perché, grazie al prezioso lavoro dei Poliziotti del Commissariato di Tor Pignattara, coadiuvati  anche del Commissariato Prenestino e dalla squadra Mobile di Roma, uno di loro è stato arrestato dopo un inseguimento che ha coinvolto più pattuglie e interessato tutta la parte di Centocelle che va da Piazza dei Mirti fino a viale Palmiro Togliatti.

I fatti di Centocelle

Erano quasi le dieci di sera a Centocelle, quando una pattuglia del commissariato di Tor Pignattara, notava 3 persone sospette che stavano scavalcando una recinzione di un’abitazione privata sita in via dei Cembri 15. Subito allertati i rinforzi, i poliziotti provavano a bloccare i tre malviventi i quali però si davano immediatamente alla fuga, dando così vita a un inseguimento quasi cinematografico: gli agenti si sono messi a correre dietro i rom, mentre altre pattuglie seguivano i movimenti dei ladri con la volante. Minuti intensi e concitati, perché l’inseguimento è proseguito per via delle Azalee, via dei Faggi  e terminato in via del Pergolato, strada adiacente a viale Palmiro Togliatti.

Due rom hanno scavalcato un ulteriore recinto e sono riusciti a far perdere le loro tracce, mentre il terzo è stato bloccato dai poliziotti che procedevano subito a perquisizione e all’arresto per flagranza di reato. Il bottino dei malviventi ammontava a 2 catenine d’oro e 500 euro in contanti conservati un salvadanaio. Il rom di 26 anni, domiciliato presso il campo nomadi di via di Salone e con svariati precedenti di polizia, veniva arrestato per furto aggravato e processato per ‘direttissima’.

Centocelle

Al Colosseo truffa sventata a un povero automobilista

Segui La Cronaca di Roma anche su fb

 

ULTIME NOTIZIE