VII MUNICIPIO Corruzione in edilizia: vigili e tecnici in manette

VII MUNICIPIO Corruzione. Questa l’accusa principale nei confronti di tre persone, per le quali sono scattate le manette ad opera degli uomini del Comando Provinciale della Gdf. Tra esse, un vigile urbano, in servizio nel Comune di Roma, e due soci di uno studio tecnico, destinatari della misura degli arresti domiciliari. Altri tre agenti di polizia locale sono stati invece sospesi dal servizio per tre mesi. Stesso provvedimento inoltre per due poliziotti e per un funzionario amministrativo municipale. Dieci in tutto i soggetti sotto indagine.

VII MUNICIPIO CORRUZIONE, I DETTAGLI DEGLI EPISODI

A loro gli inquirenti contestano, a vario titolo, reati dal falso alla rivelazione del segreto d’ufficio aggravata dall’associazione. Alla base dei provvedimenti alcuni episodi corruttivi: in cambio di somme di denaro e altri vantaggi, i vigili avrebbero fornito ai tecnici informazioni riservate, relative a controlli amministrativi. Durante i quali avrebbero inoltre ‘dimenticato’ di registrare irregolarità e violazioni. In tal modo, avrebbero reso più facile il rilascio di licenze e autorizzazioni ai clienti dello studio.

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK

Fabio Villani
Laureato alla Specialistica in Filologia Greca e Latina. Esordisco nel giornalismo durante un tirocinio universitario. Tra le mie passioni, calcio, cinema e musica

ULTIME NOTIZIE

LEGGI ANCHE