Il Pd accusa la Raggi sul piano buche a Roma: i dem denunciano la sparizione di 180mln in 3 anni per la manutenzione delle strade della Capitale.

Il PD accusa la Raggi sul piano buche a Roma: ecco come è andata. Il M5S ha bocciato nella commissione bilancio della Camera un emendamento del Pd. Questo prevedeva di dare a Roma 180 milioni in 3 anni per la manutenzione delle strade. “Un voto di sfiducia alla Raggi”, tuonano i dem in una conferenza stampa in piazza del Campidoglio che continuano: “Erano i soldi del piano Raggi-Toninelli per le buche, fondi spariti in manovra e che sarebbero dovuti rientrare con emendamenti del Movimento mai arrivati. Ne abbiamo presentato uno noi e lo hanno bocciato”.

LA RISPOSTA DEI PENTASTELLATI

La risposta dei pentastellati alla Camera non si fa attendere: “Il Pd “specula”, il suo era “un emendamento spot senza coperture”. Il M5S non lascera’ sola la Capitale, di questo potete starne certi”. Intanto l’opposizione parte al contrattacco sulla piattaforma per le petizioni on line change.org. Il Pd Roma ha infatti lanciato una raccolta firme sul portale per chiedere le dimissioni di Virginia Raggi. 

SEGUICI SU TWITTER

ROMA PERDE POSIZIONI NEL TURISMO

Ti potrebbe interessare