ROMA Farmacista aggredita da No Vax: “Vittime di un’escalation”

ROMA Farmacista aggredita da No Vax. Ennesimo grave episodio ai danni di un'operatrice sanitaria

dimissioni mattarella

ROMA Farmacista aggredita da No Vax. E’ accaduto all’interno di un esercizio in zona Testaccio, uno dei 700 sparsi per il Lazio abilitati ad effettuare tamponi rapidi per ottenere il Green Pass. E proprio in questo era impegnata, al momento dell’aggressione, la vittima, un’operatrice di 27 anni. Una donna ha infatti iniziato ad aggredirla, dapprima a parole e poi a sputi. “Mi urlava frasi tipo ‘Sei schiava della dittatura sanitaria’, ‘Il Covid non esiste“, il racconto della ragazza. Salvata dall’intervento dei colleghi, riusciti a mettere in fuga la No Vax. Un episodio che non è certo il primo di questo tipo che le accade: “Da un mese siamo vittime di un’escalation di offese e intimidazioni“, prosegue la farmacista. Alla cui categoria non ha certo giovato la decisione del Governo, arrivata appunto 30 giorni fa, di introdurre il Green Pass anche per lavorare.

E la paura non manca: “Dopo lo sputo – aggiunge – ho temuto per la salute mia e della mia famiglia. Mi sono immediatamente cambiata e disinfettata. E’ stato terribile“. Ma fortunatamente tutto è finito in breve tempo: “Dopo che i colleghi l’hanno invitata ad andarsene, ha fatto un pò di resistenza, ma poi si è allontanata senza farsi più vedere“. Purtroppo però la situazione è sempre più tesa: “Il mese scorso – racconta la titolare della farmacia – ci hanno vandalizzato il gazebo. Siamo davvero preoccupati per la frequenza sempre maggiore di questi episodi. Nonostante, come sempre, lavoriamo nell’interesse dei pazienti“.