Valeria Marini “Volevo farmi suora, ma poi ci ho ripensato!” L’intervista a 360° al Corriere della Sera

Valeria Marini, Corriere della Sera
Ultimo aggiornamento:

Valeria Marini voleva farsi suora. Lo ha dichiarata in una lunga intervista rilasciata al Corriere della Sera.

Valeria Marini  si apre ai microfoni del Corriere della Sera e parla a 360° della sua vita, intima e professionale. Gli amori passati e la passione per gli animali. Il suo marchio di abbigliamento e i suoi sogni cinematografici.

Ecco l’intervista di Valeria Marini rilasciata al Corriere della Sera

Il rapporto con la fede è importante e Valeria afferma che si è confessata appena due mesi fa alla Chiesa della Madonna del Pozzo “E’ la mia chiesa preferita assieme al Santuario della Madonna del Miracolo“. Tutte le sere prega “l’Ave Maria, Padre nostro e Gloria al padre. Ma va bene anche una preghiera che ti viene dal cuore a seconda del momento: essere forte, non farmi prendere dallo sconforto, la salute di mia madre… Non c’è domenica che non senta l’Angelus, spesso lo condivido anche sui social: questo papa è un santo, vorrei tanto conoscerlo”.

Valeria Marini poi ammette che ha anche pensato di farsi suora, “Veramente a quello ci ho pensato un anno fa, dopo tante difficoltà. Mi sono detta: ora prendo i voti e mi chiudo in convento. Ne ho parlato con mia mamma e con un sacerdote. Ma poi ho capito che questa scelta non può essere una fuga dalle difficoltà, non sarebbe giusto. La scelta giusta è pregare, aiutare gli altri ed essere una cattolica praticante».

Poi parla anche della castità fuori dal matrimonio “La religione ci pone dei limiti e poi sta a noi rispettarli. Per me la regola più importante è: rispetta il prossimo come te stesso. Comunque, sinceramente, la castità è contro natura….” Per veder l’intervista completa vai su Corriere della Sera.

La Valeria Marini romana e il rapporto con Alberto Sordi

Valeria Marini

“Sono una sarda nata a Roma. In Sardegna mi sono trasferita a 7 anni dopo la separazione dei miei genitori. Ma io sono molto orgogliosa di essere sarda e di averne assimilato la lealtà, la forza di volontà, il rispetto per gli altri, la testardaggine, la generosità di condividere quello che hai conquistato”. Valeria Marini parla anche di Alberto Sordi, “Era un uomo di una simpatia travolgente, aveva dentro di sé tutti i personaggi. I suoi film nascevano dalla lettura dei giornali: vedeva una notizia, chiamava il suo sceneggiatore, Rodolfo Sonego, e scriveva il film”.

Il Meteo Roma per la settimana prossima

Segui La cronaca di roma su fb