Regione Lazio, sospesa la collaborazione con Mosca sul vaccino Sputnik

Nella serata di ieri la Regione Lazio ha fatto sapere di aver sospeso la collaborazione con Mosca sul vaccino Sputnik

REGIONE LAZIO
Ultimo aggiornamento:

Alla luce dell’attacco russo ai danni dell’Ucraina, la Regione Lazio ha deciso di interrompere la collaborazione con Mosca relativamente al vaccino Sputnik V. Collaborazione, questa, partita nell’aprile 2021 tra lo Spallanzani di Roma e l’istituto Gamaleya e finalizzata a testare gli effetti e l’efficacia del suddetto vaccino nella lotta alle varianti del Covid-19.

Nonostante i confortanti risultati registrati dalla sperimentazione, lo stop voluto dalla Regione Lazio è stato inevitabile. A tal proposito è intervenuto l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato che ha posto l’accento sulla necessità della scienza di giocare un ruolo finalizzato alla pace, come già sottolineato da Papa Francesco: “La scienza va messa al servizio della pace, non della guerra”.