COLLEFERRO Decisa la dismissione del termovalorizzatore

COLLEFERRO Sulla scorta della delibera regionale sulla Qualità dell’Aria la Giunta ha deciso la dismissione del termovalorizzatore.

Decisa la dismissione del termovalorizzatore. Assegnata a LazioAmbiente la progettazione di un nuovo presidio industriale. Un sito in cui eseguire processi di lavorazione senza alcuna combustione per estrarre materie dai rifiuti in uscita dai Tmb. Questo uno dei punti del nuovo Piano Rifiuti della Regione Lazio. LazioAmbiente dovrà progettare il nuovo compound, in collaborazione con Università e Istituti di ricerca, “mutuando le migliori esperienze già consolidate in diverse Capitali europee ma introducendo anche tecnologie di ultima generazione”.

Il progetto diverrà il fulcro del Piano industriale di LazioAmbiente. In modo che quest’ultima possa essere ceduta dalla Regione e messa sul mercato come previsto dalla legge Madia. Obiettivi strategici per la cessione delle azioni di LazioAmbiente spa detenute dalla Regione saranno la salvaguardia dei livelli occupazionali, l’equilibrio economico-finanziario della società, la protezione del know how e degli asset industriali e la condivisione del processo con Enti e Istituzioni interessate. Come affermato dall’assessore ai rifiuti Massimiliano Valeriani: “Il nuovo complesso vedrà la luce nel 2021. Avrà la capacità di trattare almeno 500.000 tonnellate l’anno di Fos e scarti per recupero di materie prime”.

LASCIA UN ‘LIKE’ ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

GOVERNO – IL MINISTRO DELLA SALUTE GRILLO SUGLI SGRAVI FISCALI NELLO SPORT

DIVENTA UN NOSTRO FOLLOWER ANCHE SU TWITTER

Ti potrebbe interessare