COLLEFERRO Rapina finisce nel sangue: morto un uomo

COLLEFERRO Rapina finisce nel sangue: morto un uomo di 54 anni.

COLLEFERRO Rapina finisce nel sangue. Il maltolto è stato sottratto alla vittima dopo averla picchiata e spinta giù da una scalinata. Le gravi ferite riportate sono state fatali per Alberto Giannetti, di 54 anni. Questi era in coma all’ospedale San Giovanni di Roma dallo scorso 2 dicembre scorso, quando aveva subito un’aggressione a Colleferro. Negli ultimi giorni però le sue condizioni si erano particolarmente aggravate

Finchè il 5 gennaio l’uomo ha emesso l’ultimo respiro. I soccorritori lo avevano trovato ai piedi di una scalinata con varie ferite alla testa e privo di documenti. Ciò, in prima battuta, non aveva fatto sospettare che potessero esservi terzi responsabili dell’accaduto.

Dopo un mese di indagine, i Carabinieri della Compagnia di Colleferro hanno fermato un 28enne bulgaro, senza fissa dimora e con precedenti. E’ accusato di rapina impropria e omicidio preterintenzionale.

I militari, supportati dai colleghi del locale Nucleo Operativo e Radiomobile, sotto la regia della Procura di Velletri, hanno ricostruito gli attimi precedenti al rinvenimento di Giannetti. Analizzando i sistemi di videosorveglianza e con i rilievi del caso, hanno dimostrato come, dopo una lite all’interno di una sala giochi, il 28enne abbia atteso all’esterno la vittima, l’abbia seguita e poi rapinata del portafogli con calci e pugni. Infine si sarebbe dato alla fuga.

Due ore più tardi, nel limitrofo ufficio postale, avrebbe poi prelevato trenta euro con la carta bancoposta della vittima, di cui si sarebbe poi disfatto. L’essersi reso irreperibile dall’anagrafe degli uffici comunali e con continui cambiamenti di domicili non gli è stato però sufficiente per sfuggire alla cattura: i Carabinieri lo hanno infatti scovato nei giorni scorsi a casa di un amico. Interrogato per diverse ore alla presenza del suo avvocato, alla fine il 28enne è crollato, confermando l’ipotesi investigativa dei Carabinieri.

Che, diretti dalla Procura della Repubblica di Velletri, lo hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto per i reati di rapina e omicidio preterintenzionale. Il 28enne è stato associato presso il carcere di Velletri e messo a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

LEGGI ANCHE LO SCONTRO TRA IL COMUNE E…

Ti potrebbe interessare