ROMA ANTICA Le più grandi e antiche biblioteche romane hanno come compito principale quello di tenere i libri chiusi il più a lungo possibile dato che il loro è un tesoro che si disintegra ogni volta che viene toccato.

Le biblioteche romane sono un patrimonio che parla della città quanto lo fanno le sue chiese, i suoi musei o i suoi teatri. La prima biblioteca pubblica di Roma risale al 39 a.C. ed è stata realizzata da Asinio Pollione. Era un’idea di Cesare che però venne ucciso prima di vedere terminato il progetto. La biblioteca venne costruita poco lontano dal foro, sull’Aventino, vicino al tempio della Libertà. Era formata da due grandi edifici gemelli e speculari, uno per i testi latini e uno per quelli greci. All’esterno sei statue dei più grandi poeti di Roma. Varrone, il grande letterato romano, era l’unico tra i viventi a figurare tra le statue.

LASCIA UN ‘LIKE’ ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

DIVENTA UN NOSTRO FOLLOWER ANCHE SU TWITTER

Ti potrebbe interessare