M5S e Pd contro Renzi: “O Conte o voto”

Matteo Renzi, politico italiano

Il governo giallorosso traballa. Dopo che Matteo Renzi in un’intervista ha fatto intendere che Giuseppe Conte non rappresenta un elemento fondamentale per il proseguimento dell’esecutivo M5S e Pd si schierano contro il leader di Italia Viva.

L’attacco: “Niente di personale, sia chiaro. A me sta a cuore l’Italia non il futuro dell’avvocato Conte”. Poi sui social ha chiarito: “Ribadisco in modo semplice che abbiamo fatto un governo di emergenza che può aiutare il Paese su molte cose a cominciare dalla riduzione degli interessi sul debito”. Ma M5S e Pd non ci stanno e prendono le distanze da Renzi.

La prima risposta è arrivata dal M5S mediante un post su Facebook: “I giochini di palazzo, appartenenti alla vecchia politica, non possono appartenere a questo governo. E se qualcuno ha strane intenzioni deve sapere che non avrà mai il supporto del Movimento. Al centro della maggioranza deve continuare a esserci la lealtà, anche attraverso un confronto franco e acceso”.

Su Twitter anche la replica di Dario Franceschini, ministro dei Beni culturali: “Repetita iuvant: il governo Conte è l’ultimo di questa legislatura. Chi lo indebolisce con fibrillazioni, allusioni, retroscena di palazzo, fa il gioco della destra. Forse sarebbe ora di smetterla”. Proprio ieri Nicola Zingaretti aveva chiesto supporto ai giallorossi: “Toc toc… C’è qualche altro leader che sostiene e che ha voluto questo governo, che lo difende dalle bugie e dagli attacchi della destra?”. Nel frattempo da Palazzo Chigi fanno sapere che “non ci sono commenti o dichiarazioni da parte del presidente Conte. Ogni dichiarazione o commento attribuito a Conte è da ritenersi infondato”.

SEGUICI SU TWITTER

DELITTO MOLLICONE – MINACCE A UNO DEI CARABINIERI CHE HANNO RISOLTO IL CASO

Ti potrebbe interessare