Seguici sui Social
PUBBLICITA


Cultura

2 novembre, Commemorazione dei defunti: storia ed eventi in programma

Avatar

Pubblicato

il

2 novembre
PUBBLICITA


In occasione della festività dedicata ai defunti tanti itinerari organizzati da al Verano. Qui tutte le info

La commemorazione di tutti i fedeli defunti (in latino: Commemoratio Omnium Fidelium Defunctorum), comunemente detta “giorno dei morti”, è una ricorrenza della Chiesa latina celebrata il di ogni anno, il giorno successivo alla solennità di Tutti i Santi. Pur essendo una solennità, non è comunque annoverata fra le feste di precetto. La ricorrenza è preceduta da un tempo di preparazione e preghiera in suffragio dei defunti della durata di nove giorni: la cosiddetta novena dei morti, che incomincia il giorno 24 ottobre. Alla commemorazione dei defunti è connessa la possibilità di acquistare un’indulgenza, parziale o plenaria, secondo le indicazioni della Chiesa cattolica. In Italia, benché molti lo considerino come un giorno festivo, la commemorazione dei defunti non è mai stata ufficialmente istituita come festività civile. Il colore liturgico di questa commemorazione è il nero, che nella forma ordinaria del rito romano può essere sostituito con il violaceo, il colore della penitenza utilizzato, a scelta del celebrante, anche nei funerali. È consuetudine, nel giorno dedicato al ricordo dei defunti, visitare i cimiteri locali e portare in dono fiori e lumini sulle tombe dei propri cari.

La commemorazione dei defunti nella città di Roma

La capitale d’Italia si appresta a vivere questo giorno così importante con diverse disposizioni causa Covid. L’Ama – la società del Campidoglio che gestisce i cimiteri romani – ha messo in campo alcuni accorgimenti per evitare affollamenti nei cimiteri romani tentando così di ‘spalmare’ su più giorni gli accessi dei visitatori. I luoghi di sepoltura saranno aperti dalle ore 7 fino alle ore 18, con l’accesso al pubblico consentito fino ad un’ora prima della chiusura. Nel cimitero del Verano invece, è stato potenziato il servizio di navetta gratuito.

Il percorso dedicato a Alberto Sordi

Nonostante l’emergenza Covid, non mancheranno nemmeno quest’anno gli itinerari culturali tra le sepolture monumentali del . Ai percorsi già collaudati negli anni precedenti, quest’anno se ne aggiunge un altro denominato “Alberto e i suoi amici“, ovvero un percorso per celebrare i 100 anni dalla nascita del grande attore romano che, dalla cappella di famiglia, raggiungerà i sepolcri di attori, registi, sceneggiatori, musicisti e tutti i suoi amici di vita oltre che di set. Le visite saranno gratuite, ma per partecipare è obbligatoria la prenotazione.

Per tutte le informazioni direttamente dal sito dell’Ama clicca qui.

 

Continua a leggere
Pubblicità

Cultura

Tufello, Zingaretti: un murales di Lucamaleonte per ricordare Proietti

Avatar

Pubblicato

il

Di

Gigi Proietti


L’iniziativa della Regione Lazio per rendere omaggio all’attore scomparso nel quartiere di Roma dove è nato

Un grand emurales per celebrare il ricordo del grande attore romano d apoco scpomaprso. L’iniziativa voluta dalla Regione Lazio con Ater Roma, in collaborazione con la fondazione Roma Cares della As Roma. Il murale misurerà  11 per 15 metri e verrà realizzato dall’artista Lucamaleonte al Tufello. La sede prescelta infatti è proprio la facciata del lotto di Via Tonale, dove  l’attore romano ha trascorso gli anni della sua infanzia. Il commento di Zingaretti: “E’ il nostro omaggio a Proietti che abbiamo voluto perché per tutti noi è stato molto più che un grande attore”. “Sono certo che anche grazie a questa opera il sorriso sornione di Proietti continuerà, come è stato in tutti questi anni, a portare felicità ai romani“, ha aggiunto il Presidente della Regione Lazio. L’intervento dell’assessore regionale alle politiche abitative, Massimiliano Valeriani: “Abbiamo deciso di realizzare un murale su un edificio popolare al Tufello per omaggiare un artista amato soprattutto dall’anima più verace e genuina di Roma, restituendolo anche a quella parte di città che lui ha vissuto e raccontato“.

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA