CAPANNELLE Niente corse a settembre. Frongia: “Situazione paradossale…”

CAPANNELLE Niente corse a settembre: le parole dell’Assessore allo Sport Daniele Frongia.

CAPANNELLE Niente corse a settembre. A decretarlo il Mipaaft (Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo), che non ha inserito l’ippodromo romano nel calendario ippico del prossimo mese. Una decisione che ha lasciato di stucco l’Amministrazione capitolina, vicina a tutti i lavoratori, operatori, proprietari, allevatori, tecnici dell’impianto. E che a breve richiederà un incontro urgente con il Ministero e la Hippogroup. Lo scopo è quello di evitare il blocco dell’ippica e dello sport della città, risolvendo una situazione creata da ragioni interne al concessionario.

Come già ribadito più volte l’Amministrazione sta facendo tutto quanto in suo potere per far sì che le attività dell’Ippodromo non vengano interrotte: non solo abbiamo adottato tutti gli atti amministrativi per garantire la possibilità alla Hippogroup di continuare la gestione dell’Ippodromo nelle more di definizione del contenzioso in corso, ma siamo in fase di valutazione e disamina della richiesta di interesse sull’Ippodromo pervenuta e stiamo inoltre procedendo alla conclusione del bando per affidare a un nuovo concessionario l’impianto. I problemi interni alla Hippogroup, la loro scarsa chiarezza sulle reali intenzioni per il futuro, che comportano, non va dimenticato, l’incertezza lavorativa per i dipendenti e gli operatori del settore, stanno creando una situazione paradossale che va risolta al più presto. Roma non ha intenzione di rinunciare alle corse né vuole chiudere l’Ippodromo”, dichiara l’Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Cittadini, Daniele Frongia.

LEGGI ANCHE IL VIA DEI LAVORI PER LE PREFERENZIALI

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK

Fabio Villani
Laureato alla Specialistica in Filologia Greca e Latina. Esordisco nel giornalismo durante un tirocinio universitario. Tra le mie passioni, calcio, cinema e musica

ULTIME NOTIZIE

LEGGI ANCHE