NEGOZI APERTI NEI GIORNI FESTIVI – Parte l’iter per revocare la disposizione

Negozi aperti nei giorni festivi: parte l’iter legislativo per mandare in soffitta le liberalizzazoni di Monti.

Movimento 5 stelle e Lega si preparano a rivoluzionare la settimana lavorativa. Negozi aperti nei giorni festivi e quindi anche la domenica? No, grazie. Il governo vuole infatti reintrodurre l’obbligo di chiusura la domenica e nei giorni festivi per i negozi. Unica eccezione, gli esercizi commerciali delle località turistiche.

LE PROPOSTE DI LEGGE

In commissione Attività produttive della Camera sono 4 le proposte di legge: una della Lega, una dei 5 stelle, una del Pd e una di iniziativa popolare. 

Il presidente del Comitato Nazionale italiano della Camera di Commercio Internazionale, Ettore Pietrabissa, muove i primi dubbi: “le norme andrebbero in controtendenza con il momento che viviamo, in cui i consumi, le aziende e imprese che investono devono essere più sostenute e agevolate. Il provvedimento che lasciava ai commercianti la decisione se aprire o chiudere la domenica era stato preso all’epoca di Monti per consentire un ulteriore sviluppo dei consumi. Il nostro paese ne ha bisogno per far progredire ricchezza, Pil, sviluppo economico”. Positiva invece la reazione di Confesercenti: “Importante dare un segnale”. 

SEGUICI SU FACEBOOK>>>CLICCA QUI

FONDI DELLA LEGA SEQUESTRATI>>>CLICCA QUI

ULTIME NOTIZIE

LEGGI ANCHE