FORMULA E Fissata la data per il Gp di Roma 2020

Formula E a Roma

FORMULA E Fissata la data per il Gp di Roma 2020.

FORMULA E Fissata la data per il GP di Roma 2020. Anche il prossimo anno, il terzo consecutivo, la Capitale farà parte del circus automobilistico. Il calendario per la prossima stagione è stato annunciato ieri, con le novità di Seoul e Londra. La tappa romana ci sarà il 4 aprile, prima puntata delle gare europee denominate Voestalpine european series. 

La cornice sarà ancora una volta il circuito dell’EUR, collaudato e apprezzato da piloti e appassionati. “Manca poco meno di un anno ad un appuntamento ormai entrato nel cuore della città di Roma che ha registrato uno straordinario successo nelle prime due edizioni“, le parole di Daniele Frongia, Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Cittadini del Comune di Roma. 

Stiamo già lavorando per pianificare l’evento del 2020 e come sempre ci saranno delle novità a favore della città e dei suoi abitanti. Ogni edizione lascia qualcosa di tangibile alla collettività, questo è il patto tra Roma Capitale e gli organizzatori, connubio ormai consolidato, che promuovono con favore iniziative a giovamento delle città che ospitano il campionato. La Capitale ha scoperto un cuore green e continua ad incentivare tutte le iniziative che favoriscono la riduzione dell’impatto ambientale e la mobilità elettrica“. 

Nuove location ma anche nuovi team, come Mercedes-Benz e Porsche. Sale dunque a 24 il numero totale delle auto in griglia sin dal debutto, ad Ad Diriyah, il 22 e 23 novembre. 

Dopo il Medio Oriente, il Campionato ABB FIA Formula E si sposterà a Santiago, Città del Messico, Hong Kong, Cina e tornare a Roma per la prima puntata delle gare europee denominate Voestalpine european series. Tappe avranno poi luogo, nell’ordine, a Parigi, Seoul e Berlino per completare le tappe Europee. Non ci sarà Montecarlo, assente dai circuiti ad anni alterni. La penultima gara si disputerà a New York City, seguita poi da Londra, al rientro in calendario per la finale di due giorni all’ExCeL London il 25 e 26 luglio.

Modifiche sono state inoltre apportate anche al regolamento, valide a partire della sesta stagione. Già nella prossima però i piloti potranno disporre di 10 kW in più di potenza in ATTACK MODE, passando da 225 kW a 235 kW. Inoltre, non potranno attivare l’ATTACK MODE durante la Full Course Yellow (FCY), o durante regime di safety car. Ciò significa che i piloti dovranno uscire dalla traiettoria di gara per attivare l’ATTACK MODE in condizioni di gara normali e scongiurare il rischio di perdere posizioni.

Novità anche sotto il profilo della gestione dell’energia: quando la safety car sarà in pista o sotto FCY, 1 kWh al minuto sarà sottratto dal totale rimanente in ogni vettura. Ciò eviterà che i conducenti risparmino energia guidando a velocità ridotte durante FCY o seguendo la safety car.

Quanto invece al ciclo della vettura Gen2, la FIA lo ha confermato fino alla fine dell’ottava stagione. La stagione in più è stata concordata con i team e costruttori, per salvaguardare la stabilità dei regolamenti e dei costi. Non mancano però ulteriori modifiche sulle prestazioni delle vetture e le regole di gara, tra cui un aumento della potenza, miglioramenti della batteria e un’evoluzione del design della carrozzeria attuale.

Sotto il profilo del punteggio, nella sesta stagione ci sarà un punto in più per chi completerà il giro più veloce durante le fasi a gruppo delle qualifiche. Sempre tre punti dunque andranno al pilota che si assicura la Julius Baer pole position, mentre uno andrà a quello che durante la gara completa il giro più veloce tra i primi 10 della classifica finale.

Alberto Longo, Co-fondatore e Vicepresidente della Formula E, ha dichiarato: “La prossima stagione si preannuncia una delle più entusiasmanti e attese nella breve storia del Campionato ABB FIA Formula E. Nuove gare e nuovi volti, con l’incredibile aggiunta di Seoul e Londra, oltre all’inclusione di Mercedes-Benz e Porsche a completare la griglia di partenza. È il calendario più lungo e completo fino ad oggi con lo schieramento di squadre più atteso di sempre e modifiche regolamentari che renderanno le corse ancora più intense e imprevedibili. Abbiamo ancora tre gare da disputare in questa stagione ma già guardiamo avanti per tornare a Ad Diriyah a novembre“.

LEGGI ANCHE I NUOVI TEMPI SULLA RIAPERTURA DI REPUBBLICA

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

Ti potrebbe interessare