ROMA CONFERENZA FONSECA: “Vinceremo almeno una competizione”

ROMA Fonseca, probabile nuovo allenatore
Donetsk's Portuguese head coach Paulo Fonseca looks on before the UEFA Champions League round of 16 first leg football match between Shaktar Donetsk and AS Rome at the OSK Metalist Stadion in Kharkiv on February 21, 2018. / AFP PHOTO / GENYA SAVILOV (Photo credit should read GENYA SAVILOV/AFP/Getty Images)

La società giallorossa cambia pelle: oggi è stato il giorno della presentazione del nuovo mister. Roma conferenza Fonseca: ecco le parole del neo tecnico romanista.

Roma conferenza Fonseca: “Sono molto felice di essere qui, motivato per lavorare in questa squadra e città meravigliosa. Sto studiando per parlare presto con voi in italiano”.

”Stiamo lavorando per costruire una squadra forte. Stiamo cercando giocatori che possano aggiungere qualità: abbiamo preso Diawara, Pau Lopez e Spinazzola. Higuain? Sono d’accordo con Petrachi quando dice che potrebbe rilanciarsi qui a Roma ma oggi voglio parlare di giocatori che ho in questo momento”.

Obiettivo stagionale di Pallotta? “Non ha fissato nessun obiettivo concreto, ma io voglio tornare in Champions League e costruire una squadra forte, ambiziosa e coraggiosa, che renda i tifosi orgogliosi anche quando non riusciremo a vincere”.

“Negli ultimi 12 anni la squadra che ha vinto il campionato è quella con la miglior difesa, noi cureremo la fase difensiva senza presupporre che sarà una squadra difensiva. Per me il miglior modo di difendere è tenere la palla”.

”Non sono abituato a fare promesse, non mi piace. Io ho due anni di contratto con opzione per il terzo. Penso che riusciremo a vincere una delle competizioni a cui prenderemo parte. Ripeto, questa non è una promessa ma una mia ferma convinzione”.

Si parla poi di Zaniolo e Dzeko:”Zaniolo è un calciatore di grande talento in cui crediamo ma per me, e vale per tutti, vale il presente e il futuro. Ognuno deve dimostrare di lottare per questa squadra. Servono giocatori che vogliano sacrificarsi per la squadra. Su Dzeko non ho avuto opportunità di parlare con lui. Posso dire che voglio restino qui soltanto i giocatori che sono motivati. Per me questo è un pre-requisito fondamentale”.

Capitolo Florenzi e Pellegrini:”Conosco molto bene questi due calciatori, ma voglio conoscerli anche come uomini. Questo è un aspetto molto importante ed è un discorso che vale per loro e per tutti. Il loro ruolo in campo lo vedremo con calma anche sperimentando”.

SEGUICI SU TWITTER

ALLARME BOMBA IN METRO A

Ti potrebbe interessare