fbpx
Seguici sui Social

Pubblicità

Ultime Notizie

LA NOSTRA STORIA Francesco Totti

Pubblicato

in



Il 27 settembre 1976 nasce a Roma Francesco Totti. Sin da piccolo dimostra grande confidenza con il pallone. Inizia a giocare nella Fortitudo. Una piccola società del quartiere San Giovanni, dove abita la famiglia. Dalla Fortitudo passa alla Smit Trastevere. Gioca centrocampista, scelta quasi obbligata per i tecnici che lo hanno allenato data la sua classe. Nel 1986 passa alla Lodigiani.

Dopo due stagioni la Lodigiani fa presente alla famiglia Totti che Francesco interessa sia alla Roma che alla Lazio. Nessuna esitazione per i genitori romanisti incalliti. Nel 1989 arriva così a Trigoria iniziando la sua carriera in giallorosso partendo dalle giovanili. Il talento del ragazzo spinge i tecnici di tutte le rappresentative a convocarlo. Nella stessa stagione gioca con gli Allievi Nazionali e la Primavera (stagione 1991-1992). Si rende decisivo per la conquista dello scudetto con gli Allievi pur giocando titolare nella Primavera e trova il modo di esordire in serie A (stagione 1992-1993). Boskov lo nota a Trigoria nelle partite di allenamento contro la prima squadra e lo fa esordire in Serie A. Anche in Nazionale arrivano le prime soddisfazioni.

Pubblicità

Nel 1994 a Trigoria arriva Carletto Mazzone, l’uomo che lancerà definitivamente Totti nel grande calcio e che resterà per lui sempre un punto di riferimento importante, un secondo padre a cui chiedere consiglio nei momenti difficili. Il 4 settembre 1994 realizza il suo primo gol in Serie A. All’olimpico, davanti al pubblico amico, segna contro il Foggia. Forse il vero inizio della favola del numero dieci della Roma. Favola che ha conosciuto anche momenti difficili come con Carlos Bianchi, l’allenatore argentino che non lo “vedeva” e lo stava per cedere alla Sampdoria. Ma che ha trovato la sua continuazione nel biennio con Zeman in panchina. Proprio il boemo, altra figura importantissima per Totti, valorizza al massimo il bagaglio tecnico del trequartista inserendolo a sinistra nel tridente di attacco. Tutti, anche i più scettici, ammettono di trovarsi davanti a un vero fenomeno del calcio internazionale e lui risponde a suon di gol.

GLI ANNI 2000

Con l’arrivo di Fabio Capello la Roma vive un anno di transizione che coinvolge lo stesso Totti, vittima di un infortunio a inizio stagione che ne pregiudica il rendimento per diversi mesi. La convocazione di Dino Zoff per Euro 2000 e la conquista di una maglia da titolare confermano la stagione positiva di Francesco. L’Europeo giocato in Belgio e Olanda rappresenta per Totti la definitiva consacrazione internazionale. La carriera continua all’insegna dei successi con la conquista del terzo scudetto del club giallorosso nella stagione 2000/2001.

Francesco Totti è anche un ragazzo di grande sensibilità, spesso impegnato in opere di solidarietà e beneficenza. Un altro record è quello di vendita (estate 2003) del suo libro “Tutte le barzellette su Totti (raccolte da me)”, i cui proventi sono stati destinati all’Unicef e al servizio “Teleassistenza e Telesoccorso” del Comune di Roma. Il 19 giugno 2005 sposa la nota presentatrice tv Ilary Blasi. La cerimonia è stata seguita in diretta da Sky TG24 e i proventi derivati dell’esclusiva destinati a opere benefiche. Dopo un infortunio che sembrava doverlo tenere a lungo lontano dai campi, Totti compie un recupero straordinario in vista dei mondiali di Germania 2006. A luglio del 2007 dichiara di volersi ritirare dalla Nazionale per affrontare al meglio gli impegni con i giallorossi.

Gli anni 2010

Guidata da Rudi Garcia la Roma chiude le stagioni 2013-2014 e 2014-2015 al secondo posto alle spalle della Juventus: Francesco Totti segna 8 reti in ognuno dei due campionati. Nella stagione 2014-2015 segna un gol nella seconda giornata della fase a gironi della UEFA Champions League contro il Manchester City. Con il suo gol stabilisce un particolare record: a 38 anni e 3 giorni è il giocatore più anziano a segnare una rete in questa competizione. L’11 gennaio 2015 raggiunge quota 11 gol in 40 partite nel derby, diventando il miglior marcatore nella stracittadina. Il 20 settembre 2015, grazie alla rete con il Sassuolo, raggiunge quota 300 reti in carriera con la Roma considerando tutte le competizioni. Dà l’addio alla maglia giallorossa il 28 maggio 2017. Francesco Totti ha giocato complessivamente 889 partite e segnato 334 gol fra club e Nazionali, 307 con la maglia della Roma e 27 con le varie selezioni Nazionali italiane.

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK

Continua a leggere
Pubblicità