Vergogna in città – Assiste il disabile ma gli sottrae gli assegni

I Carabinieri della Stazione Roma Casalotti hanno arrestato un operatore socio-sanitario, 46enne romano, per il furto e la successiva negoziazione di alcuni assegni appartenenti al paziente disabile che aveva in cura. Ad avvisare i militari circa la scomparsa di alcuni assegni dal libretto è stata proprio la moglie del paziente che, allarmata da alcune operazioni bancarie sospette a partire dal mese di settembre, ha deciso di rivolgersi ai Carabinieri.

L’attenzione dei militari si è subito concentrata sugli operatori socio-sanitari che prestavano le proprie cure al disabile e che, approfittando della sua condizione, hanno rubato gli assegni custoditi in un mobile della stanza. Avuta la certezza di cosa accaduto, i carabinieri sono intervenuti durante una visita che il 46enne stava effettuando alla vittima e lo hanno perquisito ritrovando nelle sue tasche l’ennesimo assegno. L’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa del processo. Senza vergogna certa gente.

Ti potrebbe interessare