fbpx
Seguici sui Social

Pubblicità

Cronaca

ROMA Rapina da film in banca nei pressi del Senato

Pubblicato

in

rapina


ROMA Rapina da film in banca nei pressi del Senato.

Pubblicità

ROMA Rapina da film in banca nei pressi del Senato. E’ accaduto ieri mattina, intorno alle 8. Protagonisti quattro individui armati, che hanno fatto irruzione nella Banca Carige di Corso Vittorio Emanuele II. I malviventi non si sono lasciati intimidire dai militari dell’esercito e delle forze dell’ordine intenti a pattugliare giorno e notte le diverse sedi istituzionali della zona. Anzi, sono riusciti ad agire indisturbati per circa due ore e poi sono fuggiti col malloppo, dileguandosi nei vicoli della capitale. I banditi sono entrati in azione al momento dell’apertura delle porte della filiale. Vestiti di nero, uno armato di pistola, sono penetrati all’interno dall’ingresso principale. Poi hanno preso in ostaggio i dipendenti, terrorizzati da quanto stava avvenendo e timorosi per la propria incolumità fisica.

A loro i rapinatori hanno impedito di usare il cellulare e chiamare i soccorsi. Poi hanno atteso l’arrivo della lavoratrice con le chiavi del caveau, vero obiettivo della giornata. Quando la donna ha varcato la soglia, i malviventi l’hanno chiusa nella banca e costretta a consegnare loro le chiavi della porta della cassaforte. All’interno non sono stati trovati lingotti d’oro o milioni in contanti, ma circa 15mila euro. Un bottino forse non adeguato alla fatica compiuta, ma che comunque i rapinatori hanno portato via in quattro borsoni neri. Poi si sono dati alla fuga, facendo perdere le loro tracce nelle vie del centro di Roma. Il tutto in pieno giorno, tra i negozi aperti, le forze dell’ordine a presidiare il territorio e i turisti a passeggio. Fortunatamente non si sono registrati feriti: i dipendenti non sono infatti stati toccati nè hanno chiesto l’intervento del 118. Hanno solo atteso la fine del colpo per chiamare la polizia. Che sta ora indagando per risalire all’identità dei quattro rapinatori.

INTANTO MAXI TRUFFA A INPS E MEF: VALANGA DI DENUNCE

Continua a leggere
Pubblicità