Seguici sui Social

Primo Piano

Maltratta la madre e continua ad estorcerle denaro

Pubblicato

in



ROMA Maltratta la madre e continua ad estorcerle denaro. La Polizia di Stato ha dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un ventiduenne romano.

Maltratta la madre e continua ad estorcerle denaro. Gli agenti del commissariato Viminale, diretto da Fabio Abis, hanno eseguito un’ordinanza di custodia in carcere nei confronti di P.A.. Un ventiduenne romano responsabile del reato di , aggravato, in danno della madre sessantatreenne, resistenza a P.U. e tentata continuata. In particolare la condotta violenta e criminosa posta in essere nei confronti della madre è segnalata in commissariato nel novembre del 2019. Allora i poliziotti intervennero in richiamati dalle urla della donna che, dalla finestra, urlava disperata chiedendo aiuto perché il figlio stava dando in escandescenza. Gli agenti cercavano di riportare alla calma il ragazzo. Ma questo, in tutta risposta, li ingiuriava e minacciava ripetutamente. Accompagnato negli uffici di Polizia il giovane veniva indagato in stato di libertà. In quell’occasione la madre riferiva esasperata che il proprio figlio non era nuovo a tali comportamenti.

Nonostante nel dicembre 2019 la Divisione Anticrimine della Questura di Roma abbia emesso nei confronti del ragazzo il provvedimento di ammonimento il giovane ha perseverato nel comportamento violento e ingiurioso verso la madre. Il 6 aprile 2020 la donna si è recata di nuovo in commissariato temendo per la propria vita. Ha sporto denuncia nei confronti del figlio. Ormai esausta, oltre ad elencare le violenze verbali patite sin da quando il figlio era minorenne e le continue botte subite, ha riferito che ha dovuto sopportare insistenti e gravi minacce, anche di morte, per ottenere soldi. Spaventata, ha raccontato di essere riuscita a scappare dalla propria abitazione mentre il figlio le scagliava contro il carrello della spesa. Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Roma ha accolto la richiesta formulata dagli investigatori del commissariato e ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del ventiduenne.

PIAZZA VITTORIO – DENUNCIATO NEGOZIANTE PER FRODE IN COMMERCIO

Pubblicità

Primo Piano

Tamponi anche nei laboratori privati? Prime prove di accordo

Pubblicato

in



La Regione Lazio fra sapere che si va verso i tamponi anche nei laboratori privati a prezzi calmierati. Ecco la nota di riferimento.

“Si è chiusa questa sera come preventivato la manifestazione di interesse rivolta ai laboratori privati per garantire a un prezzo calmierato l’esecuzione di tamponi molecolari. Vi è stata una buona adesione ed ora la commissione tecnica, sotto la supervisione dell’Istituto Spallanzani, si metterà subito a lavoro per verificare congruità tecniche, produttive e qualitative oltre alle condizioni economiche”. Lo comunica l’Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio.

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA