Seguici sui Social
PUBBLICITA


Cronaca

Blitz antidroga a Tor Bella Monaca: 5 in manette

Avatar

Pubblicato

il

PUBBLICITA


In manette una 22enne romana di e alcuni cittadini extracomunitari

Gli agenti del commissariato Casilino Nuovo hanno arrestato nel quartiere di Tor Bella Monaca una 22enne Romana e alcuni cittadini extracomunitari, con l’accusa di aver riavviato un’attività di nell’area antistante l’abitazione della ragazza, in via Cambellotti. La stessa attività era stata posta in essere nei mesi scorsi e la donna e il fratello erano stati arrestati. Gli agenti hanno notato un cittadino di nazionalità africana, D.K. di 37 anni, che stazionava con fare sospetto nei pressi della casa della ragazza. L’uomo è stato osservato mentre veniva contattato dai clienti, dopodiché raggiungeva un appartamento nel terrazzo condominiale e qualche istante dopo scendeva le scale, raggiungeva il cliente e gli cedeva un involucro. I due sono stati fermati. La donna è stata perquisita e nel suo borsello sono stati rinvenuti 470 euro, ritenuti frutto dell’attività di spaccio, e il cellulare su cui i clienti chiamavano. All’interno dell’abitazione sono stati trovati altri 3 extracomunitari, L. M. R. di 32 anni, B. F. di 25 e B. A. di 22. Ai piedi del divano sono stati trovati 11,05 grammi di cocaina e 6,40 grammi di eroina, oltre a 530 euro ritenuti frutto dell’attività di spaccio. Tutti sono stati arrestati per il reato di spaccio. Gli agenti del commissariato Casilino Nuovo hanno arrestato in via dell’Archeologia anche un 21enne trovato in possesso di 9,70 grammi di hashish nonché di 320 euro sempre frutto dell’attività di spaccio.
A Fiumicino il fast food del fumo
SEGUICI SU TWITTER

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

ROMA – Si rifiuta di dar loro del denaro: zio aggredito violentemente dai nipoti

Avatar

Pubblicato

il



ROMA – Un uomo è stato aggredito dai propri nipoti dopo essersi rifiutato di dar loro 400 euro

I fatti si sono consumati nel tardo pomeriggio di ieri nei pressi di via Principe Umberto, nel quartiere Esquilino: dopo aver tentato di rubargli 400 euro due giovani hanno aggredito, insieme ad altre due persone, lo zio che si era rifiutato di prestarsi all’estorsione. Giunti sul posto, gli agenti di polizia del commissariato Viminale e Trastevere hanno trovato l’uomo per terra, sul marciapiede, che ha riferito di essere stato aggredito da quattro soggetti, tra cui i suoi due nipoti. Lo zio è stato colpito all’addome e in altre parti del corpo con calci e pugni, e alla testa con il manico di un coltello da cucina. Gli agenti si sono dunque recati presso l’abitazione dei nipoti (rifugiatisi in casa dopo l’aggressione), dove hanno rinvenuto il coltello descritto dalla vittima, medicata dal personale del 118. I due sono stati condotti in commissariato e tratti in arresto per rapina aggravata in concorso e lesioni personali. Sono stati messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per l’udienza di convalida. Allo stato attuale, sono in corso gli accertamenti per risalire all’identità dei due complici.

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA