Seguici sui Social

Coronavirus

CORONAVIRUS LAZIO Il bollettino del 19 Giugno

Pubblicato

in

coronavirus regione lazio bollettino


CORONAVIRUS Al termine della quotidiana videoconferenza sull’emergenza Covid-19, questo il bollettino del 19 Giugno comunicato dalla Regione Lazio.

CORONAVIRUS LAZIO Bollettino 19 Giugno. Conclusa la videoconferenza della task force regionale sull’emergenza, la Regione Lazio ha diramato il bollettino giornaliero. Nella Regione si contano 9 nuovi positivi di cui uno, secondo i dati diffusi da Salute Lazio, uno è riconducibile all’ormai noto focolaio del San Raffaele, mentre un altro riguarda un ragazzo di rientro dal Messico. Sono 4 i decessi registrati nelle ultime 24 ore. I 14 guariti portano il totale a 6.181 persone dimesse o guarite dall’inizio dell’emergenza.

IL COMMENTO DELL’ASSESSORE ALESSIO D’AMATO

“Oggi registriamo un dato di 9 casi positivi e di questi un caso è riferibile al focolaio del San Raffaele Pisana. Si tratta di una infermiera dipendente della struttura. Nella di è stato individuato un infermiere positivo grazie ai test sierologici. Questo dimostra l’importanza del lavoro svolto per testare, tracciare e trattare. Un caso positivo nella Asl 6 ha richiesto l’attivazione del tracing internazionale, si tratta di un ragazzo tornato dal Messico. Proseguono le attività per i test sierologici sugli operatori sanitari e le Forze dell’ordine. Sono stati 4 i decessi nelle ultime 24h, mentre sono stati 14 i guariti nelle ultime 24h raggiungendo un totale complessivo di 6.181 che sono ormai oltre sei volte il numero degli attuali positivi”.

CHIUDE IL COVID CENTER SAN FILIPPO NERI

“Questa mattina ho visitato accompagnato dal Direttore generale della Asl Roma 1, Angelo Tanese il COVID Center del San Filippo Neri che chiude dopo 85 giorni di attività. Qui è stato fatto un lavoro straordinario e voglio ringraziare tutti gli operatori e i professionisti. Dobbiamo essere orgogliosi del nostro sistema sanitario regionale che ha saputo intervenire con tempestività e grande professionalità”.

CORONAVIRUS BOLLETTINO 16 GIUGNO REGIONE LAZIO – IL DETTAGLIO

I dati completi di Salute Lazio:

  • Asl Roma 1 – Non si registrano nuovi casi positivi. 15 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare. Domani chiude il Covid Center San Filippo Neri.
  • Asl Roma 2 – 4 nuovi casi positivi. 27 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare.
  • Asl Roma 3 – 2 nuovi casi positivi di cui 1 riferibile al cluster dell’IRCCS San Raffaele Pisana. 10 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare.
  • Asl Roma 4 – Non si registrano nuovi casi positivi.
  • Asl Roma 5 – Non si registrano nuovi casi positivi. 21 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare.
  • Asl Roma 6 – 1 nuovo caso positivo, un ragazzo rientrato dal Messico. Avviato contact tracing internazionale. 36 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare.
  • Asl di – Non si registrano nuovi casi positivi. 0 decessi. 36 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare.
  • Asl di – 1 nuovo caso positivo. Deceduta una donna di 88 anni.
  • Asl di – Non si registrano nuovi casi positivi. 0 decessi. 1 persona è uscita dalla sorveglianza domiciliare.
  • Asl di Viterbo – 1 nuovo caso positivo, individuato grazie alla campagna di test di sieroprevalenza sul personale sanitario. 0 decessi. 3 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare.

POLICLINICI, AZIENDE OSPEDALIERE E OSPEDALI

  1. Azienda Ospedaliera – Universitaria Sant’Andrea – Conclusi i test per l’indagine sierologica sul personale sanitario. Partiti i test sierologici per i privati cittadini. Ripresa l’attività ambulatoriale.
  2. Azienda Ospedaliera San Camillo – Conclusi i test per l’indagine sierologica sul personale sanitario. Partiti i test sierologici per i privati cittadini. Ripresa l’attività ambulatoriale.
  3. Azienda Ospedaliera San Giovanni – Conclusi i test per l’indagine sierologica sul personale sanitario. Partiti i test sierologici per i privati cittadini. Ripresa l’attività ambulatoriale.
  4. Policlinico Umberto I – 28 pazienti ricoverati di cui 1 in terapia intensiva. Conclusi i test per l’indagine sierologica sul personale sanitario.
  5. Policlinico Tor Vergata – 6 pazienti ricoverati. 1 paziente guarito. Ultimati i test di sieroprevalenza sugli operatori sanitari.
  6. Policlinico Gemelli – 47 pazienti ricoverati al Covid Hospital Columbus.
  7. Ospedale Pediatrico Bambino Gesù – Dimesso un altro nucleo familiare. Al Centro Covid di Palidoro restano ricoverati 3 bambini e 2 genitori.

Pubblicità

Coronavirus

Coronavirus, focolaio a casa di Rocco Siffredi

Pubblicato

in

Di

Siffredi coronavirus


L’attore e tutta la sua famiglia postivi al virus: “Colpa dei test veloci della farmacia

Il Covid continua a colpire anche nel modo dello spettacolo. Oggi è il turno di Rocco Siffredi, il celebre attore del mondo porno che ha rivelato di essere positivo al virus, e con lui tutta la sua famiglia.
Io e mia moglie abbiamo il Covid e, per colpa dei test veloci comprati in farmacia in Italia, abbiamo contagiato anche i nostri figli“, ha rivelato l’attore, che vive a Budapest. “Al ritorno da , ha proseguito, abbiamo iniziato a sentirci male ma, dopo ben due test negativi, ci siamo tranquillizzati e abbiamo riabbracciato i nostri due figli. Risultato? Tutti infetti e con sintomi, anche la fidanzata di mio figlio maggiore oltre alla domestica e a suo marito che hanno più di 70 anni. Non mi perdonerei mai di aver fatto loro del male“, ha concluso Siffredi.

Continua a leggere

ARTICOLI PIU'LETTI DELLA SETTIMANA