Seguici sui Social

Ciao, cosa stai cercando?

Cronaca Roma
e-commerce
e-commerce

Tecnologia

L’e-commerce bussa alle porte: anche i negozi di quartiere sono pronti ad aprirgli

PUBBLICITA

L’e-commerce bussa alle porte: anche i negozi di quartiere sono pronti ad aprirgli

L’e-commerce bussa alle porte: anche i negozi di quartiere sono pronti ad aprirgli. Un negoziante su tre a Roma è pronto ad aprire una piattaforma online per vendere i propri prodotti. è quanto emerge da un’analisi condotta da Il Messaggero sulla Capitale, ma questa tendenza si sta diffondendo in tutta Italia. L’emergenza Coronavirus ha colpito duramente i negozi, soprattutto quelli piccoli e di quartiere, che utilizzano i canali tradizionali di vendita. Gradualmente le attività stanno riaprendo nelle varie regioni, tuttavia sono ancora poche le persone che scendono in strada per fare acquisti. L’online, che nel periodo di lockdown sembrava una soluzione-tampone, potrebbe invece rappresentare il futuro anche per gli esercenti tradizionali abituati alla vendita offline.

L’importanza dell’online

Diversi professionisti hanno iniziato ad approcciare al web anche per offrire consulenza ai clienti, e l’e-commerce rappresenta una valida alternativa per incrementare il proprio volume d’affari. Molti negozi di quartiere, dotati quindi di una clientela ristretta, stanno realizzando i propri marketplace dove mettere a disposizione degli utenti i prodotti normalmente venduti nei punti vendita. La merce, una volta ordinata online, viene poi spedita direttamente a casa in totale sicurezza. Attualmente i negozi più piccoli evitano le grandi piattaforme dell’e-commerce, che risultano troppo costose e competitive. La soluzione più gettonata è quindi rappresentata dai siti web per gestire in totale autonomia le vendite e le spedizioni. I vari Comuni si stanno anche attrezzando per mettere a disposizione di artigiani e piccoli commercianti delle apposite piattaforme digitali, così da dare una boccata d’ossigeno a quelle attività in difficoltà.

Il packaging – Il fattore chiave per un e-commerce

L’e-commerce richiede un approccio estremamente professionale e strutturato, quindi logistica ed organizzazione diventano elementi chiave per un’attività sul web di successo. In tale contesto, per un servizio perfetto di packaging e spedizione, bisogna prestare grande attenzione agli imballaggi, sia da un punto di vista funzionale che estetico. Il gruppo RAJA, azienda leader nel settore del packaging, rappresenta un valido partner per chi intende avviare o rafforzare i servizi del proprio e-commerce. Sul portale di RAJA c’è un’ampia gamma di imballaggi, che assicurano spedizioni sicure ed impeccabili anche per quanto riguarda il design.

I servizi dell’azienda

Gli utenti hanno a disposizione materiali di riempimento, per tenere fermi gli oggetti durante la spedizione ed evitare spiacevoli inconvenienti, come graffi o rotture. Ci sono poi i rivestimenti anticorrosivi, che proteggono gli articoli di metallo dall’ossidazione e dalla ruggine. Per gli oggetti fragili sono molto utili i profili e gli angolari protettivi, che proteggono gli angoli da graffi e scheggiature. Il settore degli imballaggi è davvero molto ampio, ed offre una soluzione performante ed efficace ad ogni e-commerce indipendentemente dal settore in cui opera. Infine scatole, pacchi e buste possono essere personalizzate e brandizzate, dando così un tocco elegante ed originale ad ogni spedizione ed ottenendo benefici anche in termini di ritorno d’immagine.

I dati delle assicurazioni auto nel Lazio durante la Fase 2


Ti potrebbe interessare

Cronaca

Un nuovo episodio di violenza oggi a Villa Borghese, tre fermati Roma, Villa Borghese. Nuovo episodio di violenza tra giovani oggi pomeriggio nel parco...

Ultime Notizie Roma

Si terranno sabato 17 aprile prossimo i funerali del Principe Filippo in forma privata e senza celebrazioni pubbliche. Il nipote Harry ci sarà mentre...

Primo Piano

Dopo la notizia dell’ex capitano della Roma De Rossi in ospedale, anche la moglie di Inzaghi Gaia Lucariello ricoverata in ospedale per precauzione dopo...

Cronaca

Una donna di 63 anni, fragile e sola, sarebbe stata costretta dal badante a vivere in terribili condizioni igienico-sanitarie   La donna, soggetto fragile...