Giorgia Meloni denuncia: “Vogliono imbavagliare il centrodestra”

albino ruberti

Brutto colpo per il centrodestra. Giorgia Meloni denuncia: “Vogliono imbavagliare il centrodestra”.

Giorgia Meloni denuncia: “Vogliono imbavagliare il centrodestra”. Mentre è al lavoro per organizzare la manifestazione senza simboli del prossimo 4 luglio una brutta notizia raggiunge gli alleati dell’opposizione. Già costretti a rispettare un numero limitato di presenze alla festa del 2 giugno per il rischio di possibili contagi del coronavirus si sperava ora in un evento esteso al popolo senza perdere di vista le norme di sicurezza. Proprio per questo la scelta era caduta su piazza del Popolo. Un’area di quasi 16.000 metri quadri. Una piazza n grado di ospitare un considerevole numero di persone ed evitare il pericolo di assembramenti. Invece adducendo la motivazione dell’intenzione di voler rispettare le limitazioni dovute all’emergenza la prefettura ha deciso che solo 2.000 persone saranno autorizzate a partecipare alla manifestazione. 2.000 persone in una piazza che potrebbe accoglierne ben 65.000.

Infuriata la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni che ricorda che nessuno ha posto alcun veto quando a manifestare erano stati altri partiti o movimenti di differente indirizzo politico. “Roba da matti. Per la manifestazione del centrodestra prevista a Roma per il prossimo 4 luglio la prefettura ha autorizzato l’ingresso di sole 2.000 persone. In una piazza di 14.000 mq.. Una persona ogni 7 mq.. Di grazia, seguendo quali protocolli? E perché gli stessi limiti non erano previsti quando, ad esempio, manifestava la sinistra per George Floyd? È ufficiale: le mascherine sono diventate un bavaglio”, attacca la Meloni sulla propria pagina Facebook.

Il post ha registrato un considerevole numero di commenti da parte degli utenti, solidali nei confronti della Meloni: “Molto semplice, saranno molti di più di 2.000. Non mi fai entrare a piazza del popolo?! Ti blocco tutta via del corso con un fiume di gente!!!”, sbotta un internauta. “Una vera censura a senso unico. Vergognoso. La prova provata che questo governo ha il terrore di affrontare i propri avversari sul territorio. Non importa, tanto presto ci prenderemo tutte le rivincite”, dice un altro. Più cauto il commento d Matteo Salvini: “Rispetteremo le indicazioni della Questura, ci dicono 2.000 e in piazza del Popolo saremo in 2.000. Saremo anche in 1.500 piazze italiane, il 3 e 5, per il tesseramento e per la raccolta delle firme per le cartelle di equitalia e lo stop alla sanatoria per gli immigrati clandestini”.

LA MOGLIE DEL PROPRIETARIO CERCA DI CORROMPERE I FINANZIERI CON MILLE EURO